Detrazioni fiscali: chi e quanto colpiranno tagli promessi per fare gli interventi

Non mancano alcune opzioni considerate discutibili e che sono destinate alla soppressione

La partita è solo alle battute iniziali, ma sembra che questa volta il governo voglia fare sul serio. La volontà è di mettere ordine alla detrazioni fiscali e più in generale al comparto delle agevolazioni. Ma allo stesso tempo la volontà è di procedere a suna sforbiciata così da poter finanziare altri provvedimenti in cantiere.

L’obiettivo è duplice: da una parte fare chiarezza sulla fitta rete di agevolazioni sia per evitare sprechi da parte dello Stato e sia per aiutare il cittadino a orientarsi. E dall’altra recuperare quei finanziamenti preziosi per coprire economicamente le misure della flat tax (o dual tax) e del reddito di cittadinanza, da introdurre subito o nei prossimi anni. Anche perché poi, andando a vedere nel dettaglio, non mancano alcune opzioni considerate discutibili e che sono destinate alla soppressione.

Come l’agevolazione per la ristrutturazione delle piscine domestiche, con la possibilità di detrarre le spese sostenute con il meccanismo delle detrazione Irpef al 50% e un tetto di 96.000 euro.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × 4 =