Leroy Merlin, blocchi e tensioni al polo logistico di Castel San Giovanni

Proteste alla Leroy Merlin che hanno portato al reintegro di tre lavoratori, ma la tensione continua a rimanere alta

Leroy Merlin blocchi

Ancora tensioni e proteste da parte di lavoratori: questa volta le ultime notizie interessano ancora la situazione di Leroy Merlin. A scatenare le proteste il licenziamento di tre lavoratori di Usb e la sospensione di altri 25 che la scorsa settimana avevano già occupato la direzione Leroy Merlin di Rozzano, nel Milanese.

Nonostante le aperture del week end scorso a possibili soluzioni, la situazione non sembra in realtà potersi distendere facilmente.

Probabilmente tutto potrebbe placarsi solo accogliendo le richieste avanzate dai lavoratori, buste paga e contratti regolari, reintegro dei colleghi licenziati e stabilizzazione di tutti i lavoratori a tempo determinato, un giusto inquadramento professionale da parte delle cooperative che gestiscono il lavoro per Leroy Merlin, e stop al caporalato.

Se, da una parte, si tratta di richieste che seppur lecite vengono sempre considerate ‘eccessive’, dall’altra, i lavoratori hanno esplicitamente dichiarato che andranno avanti con le proteste fino a quando le condizioni di lavoro non cambieranno.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × 5 =