Caso Mediolanum, inchiesta su sentenza che favorì Berlusconi e Mediolanum

La procura del Tribunale di Roma ha infatti aperto un fascicolo per fare luce su alcune sentenze dei giudici amministrativi.

Un nuovo fronte giudiziario critico si apre con l’inchiesta dei magistrati sulla sentenza che favorì Berlusconi e Fininvest a  non dover cedere il 20% a Mediolanum che nel frattempo ritornata nel Ftse Mib sta soffrendo e perdendo nelle quotazioni anche per questo motivo

La procura del Tribunale di Roma ha infatti aperto un fascicolo per fare luce su alcune sentenze dei giudici amministrativi.

Tra queste figura anche quella delicatissima emessa dal Consiglio di Stato in favore del Cavaliere. Nel 2015 il Tar del Lazio aveva infatti imposto a Berlusconi la cessione del 20% delle sue azioni in Mediolanum.

Era venuto meno il requisito di onorabilità dopo la condanna per frode fiscale e di conseguenza l’ex presidente del Consiglio poteva detenere solo il 9,9% delle azioni della banca. Ma nel successivo grado di giudizio, i giudici di Palazzo Spada avevano ribaltato il verdetto del Tar.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 2.7]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × 5 =