Conto Corrente spiato da sempre più entità diverse da Agenzia Entrate

Agenzie affiliate alla Federazione italiana istituti investigativi, informazioni e sicurezza

Aumentano e continuano a crescere non solo i controlli leciti ovviamente dell’Agenzia delle Entrate sui conti correnti e i movimenti bancari, ma anche quelli di altre realtà che si possono più definire come “spionaggio”.
E lo fanno, infatti, evidentemente al confino tra lecito e illecito perché anche se le agenzie investigative dispongono degli strumenti necessari per fornire al creditore le risposte che vogliono, i dati bancari protetti. E a rendere ancora più inquietante questo scenario è il costo pressoché irrisorio richiesto dalle agenzie perché con una spesa di circa 300 euro è già possibile assicurarsi informazioni preziose. Va da sé che non si tratta di realtà illegali, anche perché formalmente lo scopo della loro attività di controllo dei conti correnti e dei beni intestati è orientare nelle loro ricerche i committenti.

Ma la materia è evidentemente molto delicata e l’importante – viene fatto notare – è fare riferimento a quelle agenzie riconosciute ovvero quelle affiliate alla Federazione italiana istituti investigativi, informazioni e sicurezza (Federpol) sia per ottenere risultati certi e sia per avere la sicurezza di muoversi appunto nei confini della legalità.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tredici − quattro =