Auto semestrali: l’ideale per risparmiare, ma senza rinunciare all’affidabilità

Chi sceglie questa soluzione può ridurre notevolmente le spese, ma con la garanzia di avere una vettura che ha percorso pochi chilometri

auto semestrali

Quando si deve scegliere una vettura da acquistare sono diversi i fattori da prendere in considerazione, ma un ruolo fondamentale è inevitabilmente svolto dal budget. Chi vuole un modello affidabile, ma senza spendere eccessivamente può puntare sulle auto semestrali. Ecco quali sono i vantaggi.

Auto semestrali: quando possono essere la soluzione adatta

Si dice spesso come un’auto inizi a perdere valore sin dal momento in cui lascia la concessionaria. Non si tratta di un luogo comune poi così sbagliato. A volte può bastare davvero poco per risparmiare sul prezzo di listino: le vetture semestrali sono solo uno degli esempi adatti a soddisfare questa esigenza. Ma cosa sono? Si tratta di mezzi che hanno alle loro spalle sono poche migliaia di chilometri percorsi e che hanno solitamente tra i sei mesi e l’anno di vita.

Il vantaggio che si può ottenere da una scelta di questo tipo è quindi chiaro: si arriva a ridurre il costo di acquisto anche di qualche migliaio di euro, ma non si può certamente parlare di veicolo ormai usurato.

È inoltre possibile effettuare una permuta o leasing a condizioni agevolate a differenza di quello che compiono solitamente le concessionarie tradizionali. Si ha inoltre la sicurezza di poter far valere la garanzia ufficiale, per poi rivendere, entro un periodo massimo di un anno, la vettura come auto semestrale.

Auto semestrali: la carrozzeria è solitamente ben tenuta

Quando si arriva ad acquistare una vettura usata è solitamente consigliabile effettuare una verifica generale sullo stato del veicolo. Questa operazione può evitare di andare incontro a brutte sorprese sia a livello meccanico sia sulla presenza di eventuali parti saldate in seguito a un incidente.

Un’auto semestrale, invece, riesce a supplire questo aspetto. Proprio perchè si tratta di un mezzo immatricolato da poco la carrozzeria è solitamente in buono stato, in modo quasi del tutto simile a un mezzo appena uscito dal concessionario. Solitamente infatti i gestori che le mettono in vendita le hanno usate solo saltuariamente a scopo dimostrativo.

Auto semestrali: cosa cambia con le vetture a chilometri zero

Un’altra opzione da non scartare per chi cerca una vettura non troppo obsoleta ma con un risparmio rispetto al prezzo di listino è costtuita dalle auto a chilometri zero. Queste ultime sono già state immatricolate e sono solitamente intestate direttamente alla concessionaria che le rivende. Il numero di chilometri percorsi solitamente è piuttosto ridotto visto che non vengono mai utilizzate nemmeno per i test drive.

Un mezzo a chilometri zero è solitamente la soluzione ideale per chi ha la necessità di avere un veicolo praticamente in pronta consegna. È quindi necessario “accontentarsi” di elementi quali colore, cilindrata e dotazione a bordo. Il risparmio è comunque tangibile.

Le auto semestrali, invece, hanno un chilometraggio solitamente superiore, ma comunque ridotto. Le dotazioni presenti sono solitamente tra le migliori disponibili. La svalutazione è però piuttosto veloce e questo rende quindi più difficile riuscire a ricavare una buona cifra in fase di vendita.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × 5 =