DS X E-Tense: ecco come sarà la mobilità nel 2035

Cose mai viste prime sul concept d'oltralpe

DS X E-Tense

Se ne parlava già, ora però la DS X E-Tense esiste davvero. In circa 2 mesi i tecnici parigini hanno lavorato assiduamente per completare il prototipo. Che guarda molto, ma molto in avanti. Come pubblicamente ammesso, incarna l’idea di mobilità futura nel 2035 secondo il marchio premium francese.

DS X E-Tense: predomina il tema X-Shape

Tema degli esterni, riproposto anche nel logo DS, la cosiddetta X-Shape. Al posto del canonico faro, superfici di illuminazione a trama incrociata, con lavorazione a scaglie nella parte posteriore. Si segnalano anche alcuni eleganti dettagli stilistici ispirati al passato: lo stile della calandra fa molto anni ‘30. Anche l’apertura delle portiere è stata pensata per sottolineare la doppia anima: lato guida si apre in verticale, su quello del passeggero ad ala di gabbiano, con una superficie molto ampia. Per realizzare l’ambizioso progetto, DS ha potuto contare contato su partner d’eccezione, come Focal, BRM (gli stessi fornitori di audio e orologi che troviamo sulla DS 7 Crossback) e la Maison Lemarié, nota azienda manifatturiera francese.

Doppio carattere

Il guidatore entra nell’abitacolo attraverso la portiera a elitra, rivestita in pelle e fibra di carbonio. Questa zona è priva del tetto e, come una monoposto, mantiene il baricentro basso. Mentre finiture di pelle, legno e metallo rivestono il volante, tradizionale nelle forme. Ivi integrati, sensori biometrici per controllare il guidatore, che indossa anche un casco collegato al veicolo. A destra, un secondo volante può accogliere un passeggero nella guida più sportiva o anche il guidatore, se predilige la guida totalmente autonoma. Inoltre, è prevista una terza seduta, per brevi spostamenti. A sottolineare il senso di movimento e velocità, un pavimento in vetro, presente nella zona piedi del passeggero, rende visibile il terreno. In quanto alla gestione delle funzioni di bordo opera il sistema IRIS, un assistente virtuale – raffigurato da un ologramma – che riconosce comandi vocali. La coppia di motori elettrici, uno per ogni ruota anteriore, produce 540 Cv complessivi, portati a 1.360 Cv nella modalità studiata per il circuito.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

18 − undici =