730 e rottamazione, tutto quello che bisogna sapere. Fisco non va in vacanza

Il fisco non va in vacanza e vi sono delle date importanti come quella del 730 e della rottamazione, ma non soltanto.

Fisco non va in vacanza, 730 e rottamazione

Il mese di Luglio il fisco non va assolutamente in vacanza e per diverse persone è il momento anche di pagare. In primis vi sono il 730 218 e la rottamazione delle cartelle, chi vi ha aderito, ma non sono gli unici appuntamenti visto che c’è anche la dichiarazione per le imprese e i liberi professionisti tramite l’Unico che può arrivare, comunque, anche fino a Settembre.

La scadenza del 730 è il 23 Luglio e fino ad allora, prima dell’eventuale invio, si può correggere. Ma si possono sistemare anche gli errori con il modello integrativo fino al 31ottobre 2018, ma in questo caso i controlli da parte del fisco diventano obbligatori e non si può usufruire di quelli automatici o dlle certificazione di idoneità data dai professionisti preposti.

Ma nel mese di Luglio c’è anche il pagamento della prima rata di chi ha aderito alla rottamazione delle cartelle dell’ultimo esecutivo. La data è il 3 Luglio. Ma questa non vale, per chi ha presentato la richiesta di rottamazione per cartelle dal 2000 al 2016 che possono usufruire di 3 mesi in più ovvero fino al 31 Ottobre senza nessun onere e interesse

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dodici − 6 =