Viaggiare col cane in auto: regole da rispettare all’estero

Consigli per rispettare la legge e far stare il vostro amico

Il Ministero della Salute dà tre preziosi consigli su come viaggiare col cane in auto fuori dall’Italia.

MICROCHIP PIU’ PASSAPORTO COMUNITARIO

I fedeli amici a quattro zampe che viaggiano al seguito del proprietario all’interno dell’Unione europea vanno identificati con microchip (o con un tatuaggio chiaramente leggibile se apposto prima del 03 luglio 2011) e muniti del passaporto comunitario, conforme al modello indicato dalla decisione 2003\803\CE della Commissione del 26 novembre 2003. Questi i dati che deve riportare il loro passaporto: i dati dell’animale (specie, razza, sesso, nome, data di nascita e segni particolari); il numero di microchip, la data e la regione anatomica di inoculazione. E la vaccinazione antirabbica la cui data non deve precedere quella di impianto del microchip. Fondamentale che tutti i campi del passaporto siano compilati in maniera indelebile, senza cancellature.

SENTITE L’AMBASCIATA

Qualche particolare condizione può essere imposta laddove vi spostiate col cane nei Paesi non appartenenti dall’Unione europea. Ad esempio possono essere richieste particolari condizioni sanitarie e ulteriori documenti. Il suggerimento è pertanto di contattare per tempo l’ambasciata del Paese di destinazione. Vi saprà dare un aiuto concreto alle necessità del caso.

ALLA RICERCA DEL BENESSERE

Altrettanto importante è preoccuparsi, naturalmente, di come far stare a suo agio il vostro cagnolino. Se possibile, evitate le ore più calde della giornata e state attenti all’aria condizionata: gli sbalzi di temperatura sono pericolosi per voi e per i vostri amici. Guidate il più dolcemente possibile, evitando accelerazioni e frenate non necessarie. Il mal d’auto è un problema comune, più di quanto si possa pensare, al quale i cuccioli sono più predisposti. I segni tipici sono agitazione, affanno, salivazione eccessiva. Il veterinario può prescrivere farmaci efficaci. Durante i viaggi lunghi, procedete con soste regolari per fare scendere il cane dalla macchina affinchè si sgranchisca e adempia ai suoi “bisogni”.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici − sette =