Truffa dello smartphone: attenzione a non farvi raggirare

I Carabinieri hanno fermato la coppia di recidivi

All’ordine del giorno nuove tecniche minacciano le tasche di ignari automobilisti. Ultima evoluzione la truffa della smartphone.

LA CRONACA

Spesso capita che siano gli anziani a finire nel mirino, poco preparati a fronteggiare il pericolo o impauriti dalle minacce dei malviventi. L’episodio in questione è occorso a Napoli, quando due pregiudicati, uno dei quali addirittura agli arresti domiciliari, hanno finto di essere stati urtati dallo specchietto della loro vittima, accampando di aver subito danni al loro smartphone.

PRESI CON LE MANI NEL SACCO

Con fare minatorio al signore sono stati estorti 60 euro. In questo caso è però stato fortunatamente tempestivo l’intervento delle Forze dell’Ordine. Dietro ai due delinquenti si trovavano infatti uomini appartenenti al corpo dei Carabinieri, i quali hanno proceduto all’arresto riportandoli in carcere. Lì dove è giusto che stiano soggetti del genere, che colgono ogni occasione per rivalersi sulla brava gente. E’ proprio ora che i giudici inizino a mostrarsi severi, non mostrando alcuna pietà verso i recidivi.

VARIE TECNICHE

Rimane sempre quello lo schema della truffa che diventa estorsione e, in molti casi, vera e propria rapina. I criminali fanno in modo di farsi avvicinare in auto dalle loro vittime, poi simulano un contatto fortuito, da loro stessi provocato. In certe situazioni ricorrono a uno specchietto rotto in precedenza, in altri graffiano la fiancata della vettura della vittima. Dopodiché, attraverso gesti o abbaglianti, richiamo la sua attenzione, costringendola a fermarsi. Passo successivo la tipica sceneggiata, pretendendo un risarcimento per un danno mai in realtà provocato, sfruttando il fattore sorpresa. Chiaramente chiedono i contanti, aggrappandosi a innumerevoli scuse per non compilare i moduli dell’assicurazione. Figurarsi poi chiamare le Forze dell’Ordine. Talvolta i truffatori battono in ritirata in presenza di un decisa resistenza. Spesso diventano, al contrario, molto insistenti, specialmente davanti a donne e anziani, spaventandoli con le loro minacce.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

undici + 7 =