Sosta d’emergenza: quando, cosa fare, norme stradali

Scopriamo come comportarci per metterci in salvo

La sosta d’emergenza è un’eventualità alla quale bisogna sapersi fare trovare pronti. Qualche consiglio su come reagire al meglio.

Sosta d’emergenza: collocare il triangolo d’emergenza

La sosta d’emergenza è l’interruzione della marcia, per avaria o altri imprevisti. Non, come dicono alcuni, la sospensione temporanea della marcia, per consentire la salita discesa o salita di una persona invalida. A ogni modo, fermatevi, in condizione di sicurezza, fuori dalla carreggiata. Rendetevi visibili e segnalate l’ingombro. In pieno giorno, posizionate, ad almeno 50 m di distanza, rispetto al proprio mezzo, il triangolo di emergenza.

Sosta d’emergenza: rendere il veicolo visibile

Di notte affidatevi invece alle luci di posizione o d’emergenza. Oppure, se queste non funzionano, collocate il solito triangolo, ad almeno 50 metri dalla parte posteriore del veicolo. Allontanatevi, il più lontano possibile, dalle corsie di transito e accentuate la visibilità della macchina, con le luci posteriori antinebbia, i fari anteriori e le luci d’emergenza.

Sosta d’emergenza: indossare il giubbino catarinfrangente

Chi interviene in soccorso, deve a sua volta rendersi il più possibile visibile, indossando, come prescritto dal Codice della Strada, il giubbino catarinfrangente. Simile al gilè, non ha maniche ed è di colore giallo o arancione, con due fasce orizzontali ad alta rifrangenza. Possiamo considerarlo una versione “light” delle casacche che, da tempo, tutti gli operatori della strada, come agenti di polizia, vigili del fuoco, cantonieri o semplici spazzini, indossano in orario di lavoro. L’importante è che abbia la targhetta di omologazione. Tenete d’occhio, mi raccomando, pure le vetture che sopraggiungono, in modo da percepire con sufficiente anticipo situazioni di pericolo, e poterle quindi schivare. Opportuno infine che gli occupanti escano dall’auto, disponendosi, quanto più possibile, sul margine destro della stessa, al fine di evitare potenziali tamponamenti.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre + 1 =