Pneumatici sgonfi: un azzardo da non fare

Trascuratezza equivale a magiori costi

In preda alla semplice sbadataggine o nuncuranti per natura, capita spesso che gli automobilisti lascino gli pneumatici sgonfi. Pratica assolutamente sconsigliata: contrasta il Codice della Strada, si ritorce anche sul portafogli.

CAMBIO E CONSUMI

Consumandosi più velocemente e in modo uniforme, la gomma tocca sostituirla prima. Aumenta inoltre il consumo di carburante. Impossibile tuttavia stabilire con esattezza di quanto. Tante, troppie le variabili da prendere in considerazione: pressione, tipo di vettura, stile di guida e qualità dell’asfalto e tante altre sono le voci fondamentali. Secondo alcuni studi i pneumatici sgonfi fanno consumare oltre il 3% in più di carburante. Se un’auto percorre 15.000 chilometri all’anno il risparmio si aggira ai 50 euro.

RESISTENZA

Componente altrettanto importante la resistenza al rotolamento del pneumatico. Classe di resistenza consultabile sull’etichetta della gomma, cui corrisponde una classe di efficienza energetica: questa va dalla A (verde) alla G (rossa), passando per classi intermedie gialle. Una riduzione del 6% può indicativamente abbassare i consumi di carburante dell’1%. Supponendo – secondo quanto riporta nokiantyres – un consumo di carburante all’anno dI 7l/100 km, con un chilometraggio annuale preventivato di 15.000 km e 40.000 km di intera vita dello pneumatico, il risparmio tra una gomma appartenente alla classe migliore e una della classe peggiore ammonta a 90 litri. L’equivalente di cinque pieni, cioè 240 litri.

ISTRUZIONI PASSO PASSO

Tenuto conto delle informazione sopra riportate converrete quanto valga la pena controllare che l’aria contenuta negli pneumatici rispecchi quella prevista dal libretto d’uso e manutenzione. Neanche 3 minuti e il gioco è fatto. Per ogni ruota: svitate il tappo della valvola, inseritevi il tubo del manometro e leggete il valore della pressione in “bar” sulla scala graduata o sullo schermo del manometro. Il controllo va compiuto a gomme fredde: il riscaldamento da rotolamento produce infatti calore, che fa innalzare la pressione. Se bisogna procedere allo sgonfiaggio dovete solitamente una leva, per l’operazione contraria esiste un apposito tasto. Laddove si presentino sensori di pressione portate a zero il sistema, una volta che le gomme sono alla giusta pressione.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

14 − 14 =