Braccio fuori dal finestrino: al volante si rischia multa fino a 168 euro

braccio fuori dal finestrino

Ci stiamo avvicinando a grandi passi alla stagione più calda e saranno in molti ad avere l’abitudine di guidare con il braccio fuori dal finestrino. In realtà, il comportamento è punito dal Codice della Strada con una multa.

Braccio fuori dal finestrino: un comportamento comune

Sono in tanti a essere abituati a guidare senza tenere entrambe le mani sul volante. Soprattutto ora che si alzeranno le temperature, molti terranno il braccio fuori dal finestrino. Questo modo di agire, però, potrebbe causare distrazioni o problemi nelle manovre.

Si tratta inoltre di un’azione che potrebbe portare a subire una multa. Meglio quindi rinunciare e, dove possibile, meglio utilizzare il climatizzatore se il caldo è eccessivo.

Braccio fuori dal finestrino: cosa prevede il Codice della Strada

Non è attualmente in vigore una norma chiara che impedisca di guidare con il braccio fuori dal finestrino, anche se il comportamento potrebbe causare distrazioni. L’articolo 140 del Codice della Strada spiega comunque bene i principi della circolazione: “Gli utenti della strada devono comportarsi in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione e in modo sia in ogni caso salvaguardata la sicurezza stradale” – questo quanto indica il comma 1.

Al comma 2 si parla in modo ancora più preciso delle norme di comportamento alla guida: “Il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l’arresto tempestivo del veicolo entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile”.

Da questa norma si deduce quindi che non tenere entrambe le mani al volante potrebbe mettere in pericolo l’incolumità del guidatore e degli altri automobilisti.

Altri dettagli sono indicati nell’articolo 168, dedicato al trasporto di animali in auto, ma dove si fa riferimento anche alla “libertà di movimento”. “Il conducente deve avere la più ampia libertà di movimento per effettuare le manovre alla guida”.

L’articolo 173 comma 2 si riferisce invece all’utilizzo dei dispositivi mobili alla guida, che inevitabilmente ci portano a togliere le mani dal voltante. In questi casi si invita quindi a “utilizzare apparecchi a vivavoce o dotati di auricolare”. Solo in questo modo, infatti, non è necessario l’uso delle mani.

Braccio fuori dal finestrino: le possibili sanzioni

In caso di violazione dell’articolo 141 del Codice della Strada il conducente può andare incontro a una multa. La sanzione amministrativa prevista in questi casi va da 41 a 168 euro.

L’entità dell’importo viene definita sulla base del singolo caso. Spetta quindi a ogni automobilista dimostrare di non voler mettere in pericolo la propria incolumità.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciannove + 17 =