Autostrada del Mediterraneo: gli itinerari da visitare

Finalmente terminata, l'Autostrada del Mediterraneo offre un panorama unico

C’è voluto mezzo secolo, ma alla fine l’Autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria è completata. Naturale prosecuzione dell’asse Nord-Sud, l’Autostrada del Mediterraneo A2 concede un panorama suggestivo, fra paesaggi carichi di fascino e magia.

La via dei castelli

Itinerari suggeriti direttamente dall’ANAS. Lungo l’Autostrada del Mediterraneo vi sono diverse fortificazioni: il Castello Medievale di Arechi Salerno; il Castello Svevo di Cosenza; il Castello di Pizzo Calabro; il Castello di Scilla; il Castello Aragonese di Reggio Calabria.

La via dell’archeologia

Prese in considerazione le seguenti aree: il Museo Archeologico provinciale di Salerno, Il Museo archeologico nazionale della Sibaritide, il Museo Archeologico Statale Vito Capialbi di Vibo Valentia, il Museo Archeologico di Medma, il Museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria.

La via del mito

Colta inoltra l’occasione per illustrare i miti del luogo. Golfo di Salerno caro alle Sirene Partenope, Licosia e Ligea, miti che influenzano sulle tradizioni locali. Narra storie di forte spiritualità la Via della fede. Ricordati la Certosa di Padula, il Santuario di San Francesco da Paola, la Certosa di Serra San Bruno, il Santuario alla Madonna di Paravati, il Santuario di San Gaetano Catanoso, il Santuario Maria SS Consolazione di Reggio Calabria.

La via del caffè

Ben sei torrefazioni danno vita alla via del caffè. Varietà di proposte e miscele, tra cui il caffe Castorino (Salerno), il caffè Trucillo (Salerno), il caffè Aiello (Cosenza), il caffè Guglielmo (Catanzaro), il caffè Cannizzaro (Cittanova), il caffè Mauro (Campo Calabro).

La via dello sport

Variegate le discipline sportive praticabili lungo il tragitto. Dal Kitesurf del Cilento e dell’area salernitana, al rafting sulle cascate del Fiume Lao, al trekking nelle zone montuose, insieme allo sci sul Pollino, Sila ed Aspromonte.

Sulle Orme di Bacco e Cerere – La via enogastronomica

Porta ad assaporare i sapori della tavola del Sud la via enogastronomica. Un posto in prima fila spetta, per citarne solo alcuni, alla cipolla rossa di Tropea, al peperoncino di Diamante e al tartufo nero di Pizzo Calabro.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciannove − 13 =