Green road tour, Fiat in giro per l’Italia per investire sul biometano

Fattorie e stabilimenti di biogas che oggi producono energia per l’elettricità, potrebbero presto diventare produttrici di biometano

Green road tour
Green road tour

Il futuro dell’automobile è ancora da scrivere. La soluzione è trovare l’alternativa ai carburanti fossili, troppo inquinanti e considerati a tempo: prima o poi il petrolio finirà e dovremo essere preparati con motori funzionanti da utilizzare in alternativa e che possono essere pronti a prenderne il posto. Al momento sono tre le ipotesi al vaglio delle Case costruttrici: l’idrogeno, una tecnologia costosa e a cui ancora non si è trovato una soluzione per quanto riguarda la sicurezza nel rifornimento; l’elettrico, forse la strada che le aziende stanno percorrendo con più spinta o il biometano. Prendendo atto che, nonostante sia stata messa sul mercato negli ultimi giorni, l’auto volante non è una soluzione al problema.

Fiat e le energie sostenibili

Fiat Chrysler, da sempre all’avanguardia per quanto concerne le auto e i motori ecologici, ha lanciato il Green road tour, un viaggio alla ricerca di aziende su cui investire per far partire la ricerca sul biometano. Un giro d’Italia verde che dall’Expogate di Milano (di cui Fiat è sponsor) ha portato il marchio torinese fino all’Ecomondo, la fiera del settore che si è svolta a Rimini. Fattorie e stabilimenti di biogas che oggi producono energia per l’elettricità, potrebbero presto diventare produttrici di biometano. Un carburante ecologico, economico e biosostenibile, in pratica la miscela perfetta.

Le delibere contro la burocrazia

Ciò che ha bloccato la produzione fino a oggi è stata la burocrazia. Anche se sono stati fatti passi avanti notevoli su questo fronte: sono state pubblicate le delibere dell’Autorità dell’Energia Elettrica e del Gas, del Gestore Servizi Elettrici, del comitato termotecnico italiano e del Ministero per le Politiche Agricole e Forestali per agevolare il più possibile la produzione del carburante, con la possibilità di aumentare le auto circolanti e le stazioni di servizio che se ne servono, con un conseguente impatto positivo sull’ambiente.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × cinque =