ZTL Poggibonsi: zone limitate al traffico, orari, autorizzazioni, info utili

La fase sperimentale durerà fino al 30 settembre

Attiviti oggi i varchi elettronici nella ZTL di Poggibonsi. Inizialmente adottati in via sperimentale,  non rileveranno in automatico le infrazioni. Vediamo tutte le info utili a riguardo.

DOVE – Il sistema è formato da un centro di controllo, situato presso la centrale del Comando di Polizia municipale e dai varchi stessi, dotati anche di pannelli informativi posti in corrispondenza degli accessi alla ZTL. Trattasi  di sette telecamere omologate ed autorizzare dal Ministero che operano nel rispetto della riservatezza, secondo le prescrizioni emesse dal Garante per la Privacy, collocate in: Via Riesci, Via Trieste (angolo Via San Francesco), Via Marmocchi (angolo vicolo Ciaspini), Via Grandi (angolo Via Borgo Marturi), largo Gramsci, oltre a Via San Francesco e Via Borgo Marturi (parte alta angolo piazza Matteotti e via San Gimignano). Queste due ultime con ZTL 14-20.

FUNZIONAMENTO – Confermati gli stessi orari in vigore nella ZTL, in ciascun pannello elettronico presente un messaggio che indicherà: “varco attivo” (in tal caso possono accedere solo coloro che sono in possesso di autorizzazione) oppure “varco non attivo” (accesso consentito a tutti gli utenti). Il pannello è dotato di un orologio che regolamenta l’accesso ed è tale orologio che fa scattare una eventuale variazione del messaggio (attivo/non attivo) da cui scaturirà l’eventuale sanzione. Le targhe delle auto presenti nel contrassegno rilasciato ai titolari sono inserite preventivamente in una “White List”, per essere “riconosciute” automaticamente dal sistema di controllo accessi. I permessi già rilasciati dovranno continuare ad essere esposti sul parabrezza per consentire agli agenti di verificare se l’auto, abilitata al transito, possa anche sostare nella ZTL. In caso di mancata esposizione del contrassegno, l’auto verrà sanzionata.

TERMINE – “Un sistema che determinerà una gestione migliore della ZTL con benefici per i residenti in termini di efficacia dei controlli”, spiega il Vicesindaco e Assessore a Lavori Pubblici e Manutenzioni Silvano Becattelli, che prosegue “La fase di sperimentazione durerà più di tre mesi e cioè fino al 30 settembre 2016. Un tempo volutamente lungo, anche rispetto a quanto previsto dalla normativa, che reputiamo utile per consentire ai cittadini di prendere familiarità con il sistema, per monitorare l’andamento dei varchi e apportare eventuali modifiche o miglioramenti. L’occasione infatti è ottimale anche per studiare miglioramenti all’intera gestione dei permessi ZTL, tanto che, per i residenti in particolare, ma anche per altre categorie di autorizzati, saranno migliorati i meccanismi di autorizzazione soprattutto in merito ai rinnovi ed ai cambi targa”.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattordici + 20 =