ZTL Siena: addio ai telepass, meno spese, le vie libere, sanzioni

Cambiano le apparecchiature e viene così semplificato il transito agli utenti

Comincia la sostituzione delle apparecchiature elettroniche vigilanti la Ztl di Siena, così che i telepass non saranno più indispensabili.

MENO INCOMBENZE, MENO SPESE – Grazie alle nuove telecamere – in grado di elaborare immagini, leggere direttamente la targa (pure di notte) e stabilire se corrisponde a un regolare permesso – gli utenti avranno così meno incombenze, risultato che rende orgoglioso il presidente di Siena Parcheggi Roberto Paolini: Semplifichiamo il servizio. Lo rendiamo più efficiente e nello stesso tempo riusciamo a risparmiare sui costi annuali per la gestione del sistema telematico. Un risultato reso possibile dalle nuove tecnologie che sono più efficaci e meno costose rispetto a quindici anni fa quando Siena scelse di dotarsi del sistema basato sui Telepass a protezione del centro storico”.

DOVE SI TROVANO – Moderni sistemi già attivi sui varchi di Fontanella e via Garibaldi, mentre i lavori termineranno verso metà febbraio. Fino a quel momento vecchie e nuove attrezzature, ove installate, saranno attive e il telepass andrà pertanto conservato sulle proprie auto.

BASTA ‘SCAPPATELLE’ – Rinnovo pronto a scoraggiare i ‘furbetti’, come spiega l’Assessore al Traffico Stefano Maggi: “Con i nuovi varchi telematici finiranno le pratiche scorrette di alcuni che entravano in controsenso, nonché di chi entrava di notte contando sul fatto che i vecchi varchi non funzionavano bene in assenza di luce. Anche i motorini dovranno rispettare rigorosamente la segnaletica, perché il nuovo sistema legge le targhe di qualsiasi veicolo. Dal punto di vista del traffico, lo scopo dei nuovi varchi è quello di educare a una mobilità sostenibile, spingendo tutti a comportarsi correttamente, prima di tutto allo scopo della sicurezza stradale. Inoltre, con l’eliminazione degli accessi e delle soste scorrette, i residenti in regola con il bollino potranno trovare posto per la propria auto”.

TEMPESTIVA SEGNALAZIONE – Cambiati i dispositivi, Siena Parcheggi comunicherà agli utenti le modalità per restituire i vecchi telepass, anche se ai ‘gialli’ è già stata recapitata una lettera da “Autostrade spa” secondo cui, nell’eventualità intendano conservarli, dal 30 marzo andrà corrisposto alla società un canone annuo.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 8 Media: 3.9]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due + 10 =