Sciopero trasporti Techno Sky 10 luglio 2016: orari, mezzi coinvolti, info utili

Astensione di 24 ore

Si annuncia una domenica difficile per i viaggi nei cieli italiani. Tenuto oggi, 10 luglio, lo sciopero trasporti Techno Sky.

NESSUN ACCORDO TROVATO

A disporre il provvedimento RSU, che richiama i passati dissapori: “Le scriventi Rappresentanze Sindacali Unitarie dei lavoratori Techno Sky, Coordinamento RSU, VISTO: L’apertura della vertenza sindacale in data 09/02/2016 per la parificazione economica e normativa dei trattamenti tra il personale Techno Sky e Enav, a parità di mansioni; L’esito negativo del primo incontro di raffreddamento in data 01/03/2016; L’esito negativo del secondo incontro di raffreddamento presso il Ministero del Lavoro in data 15/03/2016; La prima azione di sciopero effettuata il giorno 20/04/2016 dalle ore 13:00 alle ore 17:00; La seconda azione di sciopero effettuata il giorno 29/05/2016 dalle ore 10:00 alle ore 18:00″.

ASTENSIONE LUNGO L’INTERA GIORNATA

Annunciati gli orari: “CONSIDERATA La totale assenza di risposte da parte aziendale in merito alla richiesta di parificazione economica e normativa dei trattamenti tra il personale Techno Sky e Enav e considerata inoltre l’assenza di risposte alla nostra sollecitazione per la convocazione delle scriventi Rappresentanze Sindacali Unitarie al fine di ricomporre la vertenza: DICHIARANO LO SCIOPERO DEI LAVORATORI TECHNO SKY per il giorno 10 LUGLIO 2016 dalle ore 00:00 alle ore 24:00 e lo sciopero del servizio di reperibilità dal giorno 09/07/2016 ore 00:00 al giorno 17/07/2016 ore 24:00″.

FASCE DI GARANZIA

“Saranno garantiti i servizi minimi previsti dalla legge per i voli che l’autorità competente elencherà in apposita comunicazione – prosegue la nota –. In mancanza della sopra citata comunicazione i lavoratori abbandoneranno la postazione di lavoro e costituiranno un presidio sindacale, come da delibera della Commissione di Garanzia n 01/92 del 19/07/2001 art. 22 e delibera 14 del 13/10/2014 art.22, Regolamentazione provvisoria delle prestazioni indispensabili nel settore del Trasporto Aereo. I presidi sindacali, cosi costituiti, potranno essere contattati ai numeri di telefono che verranno comunicati per ogni sito operativo, nel caso non siano garantiti i diritti dei cittadini tutelati dalla legge”. L’astensione arriva dopo gli stop di Alitalia e Meridiana.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

10 − quattro =