Sciopero trasporti nazionale 20 luglio 2017: linee, orari, info utili

Permangono gli sciopero a Roma e Napoli

Lo sciopero trasporti nazionale, in programma quest’oggi, è stato confermato nelle città di Roma e Napoli. I servizi Atm saranno invece regolari a Milano.

Sciopero trasporti nazionale: revoca Faisa-Confail

Revocata da Faisa-Confail l’agitazione precedentemente proclamata. Positivo l’incontro coi portavoce del Ministero dei Trasporti. E così nelle città italiane il trasporto pubblico garantirà il consueto servizio, ad eccezione di Roma e Napoli.

Sciopero trasporti nazionale: Roma

Nella capitale erano stati inizialmente indetti due scioperi. Lo stop stabilito dal sindacato Orsa sarebbe dovuto durare 24 ore, poi ridotta a 4, in modo da uniformarlo a quello deciso dal sindacato USB. L’interruzione dei servizi durerà pertanto dalle ore 8.30 alle ore 12.30. Quattro ore di disagi, sia per i clienti della rete ATAC, che per quella periferica amministrata da Roma Tpl. Presso le stazioni della metro, che resteranno aperte, potrebbero essere negati i servizi di biglietteria o rese inagibili le scale mobili.

Sciopero trasporti nazionale: Napoli

A Napoli l’astensione dall’attività lavorativa durerà 24 ore. Il sindacato USB ha indicato che i servizi sono garantiti tra le 5 e le 8 e tra le 17 e le 20. “Non vogliamo creare intenzionalmente disagi: lo sciopero di giovedì 20 è anche uno sciopero per i cittadini, per ottenere un trasporto pubblico più efficiente, con più autobus e manutenzione, più personale. Se noi chiediamo questo è anche perché siamo cittadini prima ancora di essere autisti”. Così ai  microfoni di NapoliToday Marco Sansone, del Coordinamento Nazionale del Sindacato USB. “Noi abbiamo individuato le cause del dissesto di ANM”, prosegue Sansone, “e sono gli sprechi in azienda, i superstipendi dei dirigenti. Con una delibera che dovrà entrare in vigore entro qualche mese questi saranno tagliati, e l’azienda risparmierà 30 milioni di euro, che dovrà investire per migliorare il trasporto pubblico. Le classi disagiate hanno dovuto pagare le spese di questa crisi aziendale per troppo tempo: ora basta!”.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

7 − sei =