Sciopero trasporti Napoli 19 luglio 2016: orari, mezzi coinvolti, info utili

Mattinata difficile per i pendolari

Verrà tenuto nella giornata odierna, martedì 19 luglio 2016, lo sciopero trasporti Napoli.

LINEE COINVOLTE

Una giornata complicata sul fronte della viabilità per il capoluogo campano. Attesa infatti l’astensione dal tipico servizio delle linee Cumana e Circumflgrea, che collegano il centro della città con i comuni dell’area flegrea. Altrettanto coinvolta Circumvesuviana, che serve le zone che si sviluppano intorno al Vesuvio, arrivando a Sorrento, Nola, Baiano, Sarno e Nocera. Insomma, gran parte degli utenti dell’hinterland partenopeo dovranno fare i conti con i disservizi.

ORARI

Stop dei mezzi pubblici che rischia di stravolgere i piani di tutti coloro costretti a muoversi. L’inattività contraddistinguerà l’intera mattinata: per le prime due dalle ore 08:00 alle 13:00 e per l’ultima dalle 09:17 alle 13:17. In queste ore potranno verificarsi ritardi, soppressioni o limitazioni delle vetture. Lo stop è stato richiesto dall’organizzazione sindacale Or.S.A.

FASCE DI GARANZIA

Di seguito quali sono le partenze garantite di Cumana: da Montesanto a Torregaveta alle 08:01;  da Torregaveta a Montesanto alle 08:40; da Fuorigrotta a Torregaveta alle 13:27; da Fuorigrotta a Montesanto alle 13:30; da Montesanto a Torregaveta alle 13:41; da Torregaveta a Montesanto alle 14:00. Queste invece quelle di Circumflegrea: da Montesanto a Licola alle 08:03; da Licola a Montesanto alle 08:43; da Montesanto a Licola alle 13:43; da Licola a Montesanto alle 14:23.

MOTIVAZIONI

Sono Enav le linee che si fermeranno per lo sciopero. La società “Ente Autonomo Volturno” da mesi è agitata dalla protesta dei lavoratori, che chiedono condizioni meno precarie al fine di svolgere al meglio la loro attività, e degli ex dipendenti in attesa della liquidazione, portando all’esasperazione i pendolari che giorno dopo giorno devono affrontare, oltre al caldo dei mesi estivi, anche continui ritardi e disservizi. Una situazione non più tollerabile ed ecco spiegato il provvedimento.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × due =