Sciopero Catania 20 maggio 2016: orari, eccezioni, info utili

I pendolari troveranno diversi problemi nel muoversi in città

Possiamo definirlo un venerdì nero oggi 20 maggio in riferimento al servizio dei trasporti pubblici, con pure Catania che dovrà fare i conti con lo sciopero.

RAPPORTI INCRINATI – L’iniziativa, annunciata dalle organizzazioni sindacali provinciali Filt – CGIL, Fit – CISL, UIL Trasporti, Faisa – CISAL e UGL Trasporti, prevede infatti modifiche alla tipica attività. I lavoratori aderenti non garantiranno le consuete prestazioni nella fascia oraria 10-18, mentre il personale tecnico e amministrativo anticiperà di tre ore la fine del turno.  Fast-Confsal spiega la loro prospettiva: “La grave situazione di AMT/S.p.A., giorno 20 Maggio p.v., in occasione dello sciopero di 8 ore, chiamerà i lavoratori ad una grande mobilitazione, a salvaguardia del proprio posto di lavoro e affinché la Partecipata del Comune di Catania, una volta per tutte, possa invertire rotta. L’Azienda, è giunta al Capo Linea, sommersa da una montagna di debiti ma fiduciosa di recuperare i crediti vantanti nei confronti del Comune e della Regione. Malgrado tutto, e nel frattempo che ciò possa accadere, i lavoratori hanno sempre dato dimostrazione di responsabilità ad una Società devastata da mille problemi, logorata e distrutta dalla miopia politica, chiamata nel ruolo, a garantire: Solidità economica e certezze di Diritto”.

DIRITTI VIOLATI – Il sindacato continua a esprimere malcontento: “Insomma, una vergogna tutta nostrana, incarnata dalla rappresentazione plastica di una classe politica inadeguata che ha compartecipato a trascinare la Società in una condizione di prefallimento. Infatti, i lavoratori si ritrovano a fare i conti con lo stipendio dimezzato , a lavorare su Vetture da terzo mondo, vessati da un’Utenza esasperata e stanca di aspettare per intere ore, l’Autobus che passa dopo lunghe ore di attesa. E come se non bastasse, la Direzione, recentemente, ha propinato agli Autisti una Flessibilità esasperata che nulla a che vedere con quanto indicato dal Contratto di lavoro, e non contenta, in maniera del tutto arbitraria, motu proprio, lascia i lavoratori a casa, in ferie forzate, per mancanza di Vetture. Malgrado tutto, grazie ai sacrifici e alle lotte intraprese dai lavoratori, vedi: sit in di protesta, scioperi e quant’ altro ancora, finalmente, qualcosa nell’opinione pubblica, pare muoversi. Abbiamo contezza che i Cittadini sono con gli Autisti e viceversa, nel comune interesse e nella speranza di poter riavere a Catania un’Azienda che possa finalmente garantire un servizio urbano efficiente e rispondente alle esigenze dei cittadini. Ecco perché giorno 20 Maggio prossimo, con la grande mobilitazione dei Tranvieri, inizierà il riscatto dell’AMT”.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × 1 =