Reato di Omicidio Stradale: le sanzioni previste, la legge, le aggravanti

Tutto su norme e opposizione al reato di Omicidio Stradale.

Carcere da due a sette anni in caso di omicidio causato dalla violazione delle norme stradali, che diviene compreso fra gli otto e dodici se vige stato di ebbrezza, effetto di stupefacenti o pesante violazione del codice: queste le principali novità se il disegno legge della Camera che prevede ulteriori attenuanti derivanti dalla guida in assenza di patente (o assicurazione) verrà approvato. Il possibile decreto legislativo comprende inoltre diciotto anni di galera nel caso di duplice omicidio, un aumento di pena (da un terzo a due terzi) se l’incriminato opta per una fuga, un raddoppio dei termini di prescrizione e arresto in flagranza obbligatorio (per accertato delitto) e facoltativo (per lesioni gravissime), prelievo di campioni biologici e una revoca della patente da 5 a 30 anni.

REATO DI OMICIDIO STRADALE, CAMIONISTI A RISCHIO – Nello specifico, in caso di stato alterato le lesioni provocate corrispondono a una pena da tre a cinque anni (gravi) e da quattro a sette (gravissime); automobilisti che causano manovre pericolose (con un tasso alcolemico fino a 0,8 g/l) rischiano una reclusione da un anno e sei mesi a tre anni (lesioni gravi) o da due a quattro (lesioni gravissime). E’ bene tenere a mente che la sanzione più grave per omicidio stradale potrebbe interessare camionisti e autisti di autobus.

REATO DI OMICIDIO STRADALE, L’OPPOSIZIONE – Chiesto il voto di fiducia, sorgono tuttavia dubbi a riguardo della proposta. Forza Italia non ci sta e lo considera un testo demagogico contro la Costituzione: “Un neopatentato che causa una tragedia per imperizia generica potrebbe darsi alla fuga, ma poi pentirsene e rifarsi vivo sul luogo, rischiando coscientemente di rovinarsi la vita”. Secondo il quotidiano La Stampa, di parere negativo anche Sel e Movimento 5 Stelle: il governo riflette (in questo caso) sul maxiemendamento promosso dal deputato PD Giuseppe Cucca, che prevede disparità di trattamento tra pirata della strada italiano e straniero.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 + 3 =