Brescia: cambiano gli orari sulle Zone a Traffico Limitato

Aumenta la portata del divieto

Febbraio è un mese di cambiamenti per il comune di Brescia che modifica gli orari riguardanti le Zone a Traffico Limitato del centro storico.

BLOCCO TOTALE – Da ieri, lunedì 1 Febbraio, la Loggia ha esteso in via Mazzini e San Martino della Battaglia il divieto di accesso per i non residenti per tutte le 24 ore, anziché dalle 8 alle 16 come inizialmente stabilito. Una decisione spiegata da Federico Manzoni: “In quel tratto di strada passano circa 5mila auto al giorno e 300 bus: 2.500 da Nord a Sud, 1.700 nella direzione opposta. È una scorciatoia per chi vuole attraversare il centro”.

NUOVE DISPOSIZIONI – Ulteriori modifiche riguarderanno Contrada del Cavalletto, via Tosio-piazzale Arnaldo, corso Garibaldi-via Bassiche, via Cattaneo e via Pace. Qui i veicoli avranno sbarrato l’ingresso dalle otto del mattino alle 20, anziché le precedenti 16. Sempre l’assessore ai Trasporti spiega: “Da quando siamo arrivati in Loggia stiamo lavorando a limitare il traffico nel centro storico: si può lasciare l’auto altrove, penso ai parcheggi in struttura di piazza Vittoria e piazza Arnaldo, per fare due esempi”. Possibili alternative metro, bus e bike sharing.

UTENTI AVVISATI – Onde evitare di incrementare ancor più le multe a carico dei guidatori – attualmente sulle 150 al giorno, circa 39mila l’anno – Daniele Ciotti della Polizia Locale rende noto che, oltre ai cartelli informativi già sistemati davanti ai portali, i suoi uomini pattuglieranno le strade da lunedì al sabato così da tenere aggiornata l’utenza. “Faremo informazione preventiva dalle 16 alle 19.30: controlleremo ogni tergicristallo per verificare che le auto abbiano l’autorizzazione a passare”.

PROSSIMA FASE – Entro aprile saranno collocate altre 4 telecamere in alcuni punti strategici del traffico cittadino quali via Cattaneo, via Musei verso piazzetta Tito Speri, ingresso piazza Paolo VI e via Bronzetti (zona Carmine). I primi tre dispositivi elettronici costeranno 90mila euro, finanziati grazie ai fondi del bando sul distretto attrattività regionale, assessorato al Turismo.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 − quattro =