Blocco traffico Roma 31 gennaio 2016: domenica ecologica, no targhe alterne, orari, zone

Orati, categorie coinvolte e comunicato ufficiale

Roma continua a proporre soluzioni contro l’inquinamento e il 31 gennaio andrà in scena la domenica ecologica.

MEZZI BLOCCATI ED ECCEZIONI – Il fermo, previsto nelle fasce orarie 7.30-12.30 e 16.30-20.30, impedirà la circolazione a tutti i veicoli sino alla categoria Euro 5, anche se verrà consentito libero transito ai modelli a metano, gpl, ibridi, Euro 6, ciclomotori due ruote quattro tempi Euro 2 e motocicli quattro tempi Euro 3. Aumentate invece le corse bus e metro.

IL PROGRAMMA – “L’Amministrazione capitolina – rende pubblico il Campidoglio – su disposizione del Commissario Straordinario di Roma Capitale, Francesco Paolo Tronca, ha disposto per domenica 31 gennaio una giornata ‘antismog’ che prevede il blocco della circolazione veicolare. Il provvedimento, adottato in via cautelare allo scopo di tutelare la salute dei cittadini, in considerazione dello stato generale della qualità dell’aria, segue quello del 15 novembre dello scorso anno e si inserisce in un ciclo di quattro giornate di limitazione totale del traffico – da realizzare da novembre a marzo – in ottemperanza al Piano di Risanamento Regionale”.

IDEE CONDIVISE – “La nuova definizione del calendario delle domeniche ‘antismog’ – precisa sempre il comunicato – giunge a valle dei lavori del tavolo tecnico ‘interistituzionale’ (Ministeri dell’Ambiente, dei Trasporti e della Salute, Regione Lazio, Istituto Superiore di Sanità, Arpa, Dipartimento di Epidemiologia, Corpo forestale dello Stato e vari Dipartimenti di Roma Capitale, oltre all’Agenzia per la mobilità, Atac, Ama e Polizia Locale capitolina) sull’inquinamento atmosferico, di cui il Commissario Tronca ha chiesto l’istituzione il 5 gennaio scorso”.

RETTIFICA SULLE TARGHE ALTERNE – “Il Tavolo tecnico – chiude la notifica –  ha elaborato in queste due settimane un documento di sintesi che prende in esame le misure contenute nel protocollo d’intesa firmato lo scorso 30 dicembre dal Ministero dell’Ambiente, l’Anci e le Regioni, identificando le specifiche modalità di attuazione delle misure per Roma Capitale, in una sequenza che tenga conto sia della realizzabilità in termini di risorse economiche e temporali sia dell’impatto che le stesse possono avere sul tessuto economico e sociale”. Scampata invece la possibilità targhe alterne, ipotizzata lunedì 1° e martedì 2 febbraio dato il ritorno entro i limiti legislativi dei valori inquinanti.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

13 + 19 =