Verbalino per divieto di sosta: sanzioni, scadenze e ricorsi

Delucidazioni sulla notifica

Dal valore legale nullo, il verbalino per divieto di sosta costituisce un preavviso di accertamento. Lasciato da Polizia municipale e ausiliari traffico, conosciamo le particolarità.

CARATTERISTICHE

Alla pari del verbale pure il preavviso può essere redatto con sistemi meccanizzati. Autorizzato l’esposizione sul veicolo del trasgressore pure senza la sottoscrizione autografa dell’agente accertatore. Strumento di comunicazione avvio procedimento, viene ammesso il pagamento compilando il bollettino di conto corrente, allegato al plico lasciato dall’accertatore. In tal caso va solamente versato l’importo della sanzione indicato, ridotto del 30%. Esentate ulteriori spese – oltre ai punti patente – a patto che si rispetti una determinata scadenza, solitamente pari a 15 giorni.

RICORSO

Andate oltre il termine anzidetto? Ne avete facoltà, anche se chiaramente vi toccherà una multa maggiore. Impossibile presentare ricorso presso Giudice di Pace o Prefetto, ai proprietari intestatari del veicolo verranno notificati gli estremi dell’infrazione. Spetterà sostenere, insieme alla sanzione pecuniaria, pure le spese di accertamento e di notificazione. Multe per infrazioni al Codice della Strada valide anche se il vigile non lascia il preavviso sul veicolo multato, come ribadito dalla Cassazione mediante sentenza 5447/2007.

VERBALE

Vi siete sottratti dal pagare il bollettino di conto corrente allegato al preavviso. Troverete il verbale a casa e in tal caso avrete 5 giorni dalla notifica per pagare col 30% di sconto. Nessuno sconto se ritardate, col pagamento che andrà versato per il periodo compreso tra il 6° e il 60° giorno. Ricorso tuttavia possibile, pari a 30 giorni dal Giudice di Pace, che diventano 60 nel caso del Prefetto. Nell’eventualità in cui non abbiate ancora saldato il debito una volta superato il 61esimo giorno, al Comune verrà consentito avvalersi di Equitalia o di un altro ente per riscuotere i vecchi crediti. Andrete però incontro al doppio della sanzione originaria, più interessi di mora, sanzioni e aggio del riscossore.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sette − 3 =