RC Auto: cosa cambia con il DDL Concorrenza?

Sparisce il danno morale e gli automobilisti assisteranno a un taglio degli indennizzi per il danno biologico di lieve entità. Si tratta della strada giusta per abbassare i premi delle assicurazioni auto?

RC Auto Renzi
L’eventuale danno morale, se accertato, non sarà più calcolato separatamente rispetto al risarcimento per il danno biologico di lieve entità.

Il cosiddetto Disegno di Legge Concorrenza è stato approvato venerdì 20 febbraio, dal Consiglio dei Ministri e non contiene affatto buone nuove per gli automobilisti.

Sono previsti tagli di notevole entità per i risarcimenti del danno biologico di lieve entità.

Novità RC Auto: tagli ai risarcimenti

Il danno biologico di lieve entità comprende un’enorme quantità d’infortuni derivanti da un sinistro stradale, tra i quali alcuni molto gravi, come l’amputazione di un dito o la perdita totale dell’olfatto.

Il nuovo DDL ha abbassato il valore di un singolo punto d’invalidità, portandolo da 795,91 a 674,78 euro (-15,21%). In sostanza, per fare un banale esempio, un danno biologico di lieve entità che causa tre punti di invalidità porterà a un risarcimento di 2.023,44 euro e non più di 2.387,73 euro, come accadeva prima della decisione assunta dall’Esecutivo guidato da Matteo Renzi.

Un’altra novità RC Auto: “sparisce” il danno morale

Il DDL Concorrenza cambia anche una parte dell’Articolo 139 che non recita più “danno biologico per lesioni di lieve entità”, bensì “danno non patrimoniale per lesioni di lieve entità”. Quindi?

Quindi l’eventuale danno morale, se accertato, non sarà più calcolato separatamente rispetto al risarcimento per il danno biologico di lieve entità, ma rientrerà, stando al parare di eminenti giuristi, nei 674,78 euro, ossia nel valore di un singolo punto d’invalidità.

Le novità RC Auto riguardano anche il danno biologico non lieve

Il danno morale, prima del DDL Concorrenza, era pari a circa il 25-30% del valore dell’indennizzo per il danno biologico di lieve entità. A questi poteva aggiungersi il danno personalizzato, pari al 20% circa dell’ammontare del danno biologico di lieve entità, se l’infortunato era, ad esempio, un ballerino o un atleta professionista.

E il danno morale, con la modifica precedentemente illustrata, non vale più neanche per il danno biologico non lieve.

Diminuirà il costo della RC Auto?

L’opinione pubblica non ha preso bene questa notizia e in tanti accusano il Premier Renzi di aver fatto un regalo, molto ingente, alle Compagnie Assicurative.

La speranza, tuttavia, è che il contenuto del DDL Concorrenza riesca ad abbassare i premi della RC Auto, e non di pochi spiccioli, anche se qualche centinaia di euro in più ben valgono un congruo risarcimento per aver perso un dito.

Potrebbero interessarti anche:

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × 5 =