Patente rubata: cosa fare

Trattandosi di un tradizionale documento di riconoscimento, in caso di furto c'è un iter prestabilito da seguire

patente

Smarrire o subire il furto di un documento rappresenta un inconveniente non da poco. Qualora dovesse succedere è bene comunque sapere come comportarsi e diminuire il più possibile i disagi. Ecco quindi cosa fare in caso di patente rubata.

Patente rubata: presentare la denuncia

Nonostante la rabbia e la sensazione di smarrimento, è innanzitutto fondamentale non perdere la calma se si subisce il furto di un documento. La licenza di guida è considerata un documento personale di riconoscimento e per questo se ci viene rubata si deve presentare opportuna denuncia alle forze dell’ordine. Un comportamento valdo anche nel caso in cui la patente dovesse essere persa.

Il commissariato di polizia a cui ci si è rivolti provvederà così a rilasciare un’attestazione provvisoria. Un passo importante per continuare a spostarsi con la propria vettura. La tempestività in questi casi è fondamentale: è opportuno infatti procedere entro 48 ore.

Trattandosi di un atto formale molto importante, è fondamentale seguire un iter prestabilito. In caso di patente rubata, è per far partire la pratiche per riottenere la licenza devi portare un documento di identità (carta d’identità o passaporto) e due fotografie in formato fototessera. A questo punto si scoprirà se la patente risulta meccanizzata, ovvero censita nell’archivio nazionale dei cittadini italiani abilitati alla guida. Se lo è, saranno le stesse forze dell’ordine a inoltrare la richiesta di duplicato alla Motorizzazione.  Entro 45 giorni sarà lo stesso ente a inviare a un indirizzo indicato il nuovo documento. Il costo previsto è pari a 9 euro più spese postali (da pagare in contrassegno al postino).

Patente rubata: come richiedere il duplicato

Qualora la propria patente non dovesse risultare censita, la procedura da rispettare è parzialmente diversa. In questo caso l’intestatario deve presentarsi presso la sede della Motorizzazione più vicina portando con sé la denuncia di smarrimento, due foto, la fotocopia di un documento di identità, un’autocertificazione che attesti le proprie generalità (luogo e data di nascita, codice fiscale, Comune e indirizzo di residenza), l’attestazione del versamento di 9 euro sul conto corrente 9001 e il modello di domanda TT2112 debitamente compilato.

La tempista di risoluzione del problema è sostanzialmente la stessa: circa 45 giorni. Se dovesse esserci un ulteriore ritardo è disponibile un numero verde dedicato per ottenere maggiori informazioni: 800 232323.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

9 + venti =