Multe: validi i tempi tecnici dei pagamenti elettronici

Ammissibile il ritardo non superiore ai due giorni

Il decreto legge 18/2016, rinominato “decreto banche”, rende pienamente validi i pagamenti “elettronici delle multe anche quando gli importi sono materialmente accreditati alle amministrazioni in ritardo,  purché non superiore ai due giorni.

SITUAZIONE FINALMENTE CONTEMPLATA DAL LEGISLATORE

Chi paga mediante strumenti telematici, possibilità introdotta sei anni fa dalla legge n. 120/2010,  non rischia più le sanzioni che ultimamente migliaia di cittadini hanno subito, per colpe non proprie e connesse all’uso della moneta virtuale. Finora le cartelle esattoriali trovavano origine dalla decisione del ministero dell’Interno che i pagamenti “elettronici” dovessero avere effetto solo dal giorno in cui venivano effettivamente accreditati, come indicato dalla circolare 300/A/227/16/127/34 del 14 gennaio scorso, ma il giorno d’accredito avviene solitamente dopo 48 ore a quello effettivo e nessuna istituzione ha mai avvertito che i versamenti potessero giungere tardivamente pur essendo compiuti in tempo.

ALTRI MOTIVI A SOSTEGNO

Puntualità importante anche per fruire più comodamente del 30% di sconto, concesso dietro il versamente della sanzione entro cinque giorni dalla notifica del verbale o dalla contestazione immediata dell’infrazione, a patto che la violazione commessa non sia punita anche con la sospensione della patente o la confisca del veicolo. Il nuovo termine massimo è stato fissato tenendo conto della direttiva europea 2007/64 che impone ai gestori dei pagamenti elettronici di effettuare l’accredito al destinatario entro la fine della giornata operativa successiva a quella in cui è stato realmente compiuto, pur esclusi i week-end e le festività. Va considerato comunque che, secondo quanto dispone l’articolo 15 comma 1 del D.Lgs n. 11/2010, il gestore può fissare un orario di cut-off, cioè di chiusura del servizio, in modo tale che un ordine di pagamento effettuato oltre quell’orario venga considerato come ricevuto il giorno dopo.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 1]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sette − 7 =