Multe per mancanza RC auto: la sanzione può essere fatta solo dall’agente

Ecco quali sono le conseguenze per l'automobilista che non ha pagato l'RC auto e come può essere segnalata l'infrazione

multe per mancanza RC auto

L’RC auto è certamente una delle tasse più odiate da parte degli automobilisti. Ora è però possibile fare chiarezza sulle conseguenze per chi non salda l’importo nelle tempistiche previste.

COME VERIFICARE SE L’RC AUTO E’ STATA PAGATA. Da qualche tempo non è più necessario esibire in automobile il tagliando che conferma il pagamento dell’RC auto, ma le nuove procedure non sono ancora del tutto in vigore. Gli strumenti che accertano automaticamente il mancato pagamento della tassa, infatti, non sono ancora stati omologati. Come riporta Italia Oggi, è così necessario che la verifica venga fatta da parte di un agente. A chiarire questo aspetto è il Ministero dei Trasporti con il parere n. 3311 del 3 giugno 2016. Questo vale anche per chi non ha effettuato la revisione periodica della propria vettura.

I CONTROLLI AUTOMATICI SONO RINVIATI. A impedire che i controlli avvengano in modo automatico e quindi più veloce è la mancata omologazione dei dispositivi adibiti a questo scopo. Questi apparecchi, però, non sono ancora disponibili sul mercato. Una mancanza grave visto che questa novità è stata introdotta da alcune modifiche relative al codice della strada con l’art. 1/597 della legge 208/2015. I problemi non sono finiti qui: non è neppure possibile fare partire gli inviti automatici per fornire informazioni agli organi di polizia stradale ai sensi dell’art. 180 del codice della strada.

COSA DEVE FARE L’AGENTE IN SERVIZIO SULLE STRADE. Quali sono quindi i compiti che spettano alle forze dell’ordine in servizio? Sarà necessario utilizzare eventuali dispositivi già funzionanti sulle strade solo se è presente un agente in grado di contestare immediatamente l’infrazionee all’automobilista per la mancanza dell’RC auto. L’addetto potrà in alternativa documentare la causa di mancata contestazione immediata. Quest’ultima situazione potrà verificarsi se l’agente è impegnato a segnalare un’altra infrazione. La stessa cosa accadrà se il dispositivo elettronico ha dato un riscontro tecnico leggermente differenziato nel tempo impedendo il fermo immediato del trasgressore.

E’ IMPORTANTE RISPETTARE LA PRIVACY. Il codice privacy prevede inoltre la necessità di segnalare opportunamente la presenza di dispositivi elettronici di controllo del traffico.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 4 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici + tre =