Microcar falliscono i crash test: “Sono pericolose in caso di urto”

Tutti i veicoli esaminati dall’Euroncap hanno ricevuto votazioni bassissime e hanno riscostrato gravi carenze nella sicurezza. Ma queste auto sono “esentate” dal superamento dei test a causa di un vuoto normativo

Una foto dei crash test sulle microcar
Una foto dei crash test sulle microcar

Il programma internazionale per la sicurezza dei veicoli, Euroncap, ha deciso di testare la resistenza delle microcar in circolazione in Europa. I risultati sono stati disastrosi: pur ricevendo l’omologazione per circolare su strada, tutte le auto hanno ricevuto votazioni estremamente basse e alcune si sono dimostrate addirittura pericolose in caso d’urto, manifestando gravi carenze sia nell’impatto frontale che in quello laterale.

I modelli esaminati sono stati il Renault Twizy 80, il Club Car Villager 2+2, il Tazzari ZERO e il Ligier IXO J line 4 posti. I test sono stati effettuati in maniera diversa rispetto alle autovetture e non hanno ottenuto quindi nessuna “stella” Euroncap. Ad esempio la velocità d’impatto è stata ridotta a 50 chilometri orari, considerato l’uso prettamente urbano del veicolo (le auto vengono testate a 64 chilometri all’ora). Nessuno dei mezzi testati ha comunque raggiunto il 50% del massimo punteggio potenziale.

E’ bene precisare che l’assenza di un obbligo legislativo consente a questi mezzi il lusso di non superare i crash test, come invece accade per le auto stradali “classiche”. Euroncap ha richiamato i costruttori a investire nella sicurezza dei passeggeri, invitandoli ad inserire almeno i più comuni dispositivi di sicurezza presenti su tutte le auto, ma di cui sono sprovviste le microcar.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]