La consap e il rimborso sinistri: ecco come funziona

Con l'attivazione della procedura Rimborso sinistri CARD della (Consap) è possibile evitare, in caso di un sinistro, lo scatto del malus. Vediamo come e, soprattutto, se conviene.

Sinistro stradale Paese straniero
Due le principali cose da fare in caso di sinistro stradale avvenuto in un Paese straniero: prendere il numero di targa dell'altro veicolo e scattare alcune foto dell'incidente.

La domanda che molti si pongono in fatto di poliza rc auto è la seguente: se ho causato un sinistro è inevitabile che mi scatti un malus? La risposta è no, tutto sta ed effettuare correttamente la procedura del rimborso sinistri CARD, tramite la Stanza di compensazione della Concessionaria servizi assicurativi pubblici (Consap). Vediamo come e, soprattutto, se conviene.

In molti casi, il rischio di vedersi aumentare il premio assicurativo ha come diretta conseguenza un fatto: in caso di sinistro, se i danni sono contenuti, la scelta più economica per le tasche delle parti coinvolte è omettere la denuncia alla propria compagnia assicurativa e concordare privatamente i costi di risarcimento.
Tuttavia, tramite la procedura della Consap è possibile rimborsare il risarcimento dei danni provocati della propria compagnia. Un risarcimento del risarcimento, in pratica, che però permette di evitare la variazione della classe di merito e il conseguente aumento del premio nell’anno a seguire.

CONDIZIONI – Inevitabilmente, però sono previste alcune condizioni per attivare la procedura. Rimborso sinistri CARD riguarda solo i sinistri dell’anno corrente che prevedono il risarcimento diretto e per i quali non siano pendenti ulteriori richieste di risarcimento, nonché le polizze senza franchigia che prevedono di fatto il rimborso dei sinistri.

PRDOCEDIMENTO – La procedura di avvia, innanzitutto effettuando la richiesta di rimborso del sinistro. Se sussistono le condizioni riportate sopra, il richiedente si vedrà arrivare una lettera dalla Consap contenente l’esatto importo versato dalla propria assicurazione e i riferimenti bancari per effettuare il pagamento. Ricevuto il pagamento, la Consap sarà tenuta a rilasciare un’attestazione di avvenuto pagamento, che se presentata presso la propria compagnia assicurativa permetterà di richiedere la riclassificazione del bonus/malus.

CONVENIENZA – Va da sè che conviene attivare questo tipo di procedura unicamente quando l’effettivo importo da versare per il rimborso non supera l’aumento del premio assicurativo, causato dal peggioramento della classe di merito. Per valutare se sia economicamente conveniente o meno attivare questa procedura, il Centro Consumatori ha messo a disposizione degli utenti un pratico calcolatore online. Tutto ciò che di cui ha bisogno per effettuare questo calcolo sono i dati della propria compagnia, l’attuale classe di merito e l’importo comunicato nella lettera mandata della Consap.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 8 Media: 2.9]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due − uno =