Fumo in auto: via alle multe dal 2 febbraio

La tanto vociferata norma entra in vigore

Nel salvaguardare la salute sono  tante le manovre adottabili e in questa prospettiva va inquadrato il divieto di fumare dentro l’auto accanto a minori e gestanti.

LA LEGGE – Come evidenzia la Polizia Municipale, attraverso il proprio sito ufficiale, entrerà in vigore da martedì 2 febbraio 2016 il decreto legislativo numero 6 dello scorso 12 gennaio, volto a recepire la direttiva 2014/40/UE sui prodotti del tabacco. A portare un notevole cambiamento le manovre indicate nell’articolo 24, diretto a modificare e integrare l’art. 51 della legge numero 3 – datata 16 gennaio 2003 –  riferito al divieto di fumo.

ESPRESSIONE LEGISLATIVA – Il veto riguarderà le “pertinenze esterne delle strutture universitarie ospedaliere, presidi ospedalieri e IRCCS (Istituti di ricovero, ndr) pediatrici e alle pertinenze esterne dei reparti di ginecologia e ostetricia, neonatologia e pediatria delle strutture universitarie ospedaliere e dei presidi ospedalieri e degli IRCCS”. Disposizione riferita inoltre pure alle situazioni dove a bordo di autoveicoli, in sosta o movimento, siano presenti minori di diciotto anni e donne in stato di gravidanza.

MISURE SEVERE – L’articolo 7 della legge 584 (11 novembre 1975), aggiornato nel 2004, indica espressamente la sanzione amministrativa verso cui ci si imbatterebbe laddove non si ottemperi alla normativa. Richiesto il pagamento compreso fra 27,5 e 275 euro euro (scontabili a 55 €) – la cifra verrebbe raddoppiata, da 55 a 550 euro (diminuibili a 110 €), nell’eventuale vicinanza a una donna in evidente stato di gravidanza o lattanti/bambini fino a dodici anni.

DIFFICOLTOSA MESSA IN ATTO – Ancora incerti tuttavia i risultati che saranno effettivamente ottenuti. Se in passato una proposta simile fu accantonata poiché poco realizzabile, ancor oggi, come evidenzia Maurizio Caprino sul Sole 24 Ore, per accertare la presenza di minori nell’abitacolo resta necessario fermare subito il veicolo, un caso che le Forze dell’Ordine riescono ad applicare raramente.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 5 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × 4 =