Contratti Rc auto: nuove disposizioni dall’Authority

Cosa deve indicare il nuovo contratto Rca

L’IVASS (Istituto di vigilanza sulle assicurazioni) ha semplificato di recente i contratti Rc auto. Il provvedimento vale sia per quelli obbligatori che per quelli accessori (facoltativi, come furto e incendio). Uno dei punti principali riguarda la durata della Rca. L’Authority specifica che la polizza dura un anno e termina alla scadenza senza necessità di disdetta; la copertura assicurativa resta comunque attiva per i 15 giorni successivi alla scadenza. Quindi, si hanno 15 giorni di tolleranza, un periodo “cuscinetto” per dare più tempo possibile ai ritardatari e agli smemorati.

SOSPENSIONE – Da tenere a mente anche altre decisioni dell’Authority. Una di queste riguarda la sospensione temporanea dell’assicurazione: in questo caso, e per tutta la durata della sospensione, l’auto è priva di copertura assicurativa. Quindi, in quel lasso temporale, non deve essere utilizzato né parcheggiato in aree pubbliche.

RIPENSAMENTO – Si ha il diritto di recedere dal contratto entro 15 giorni dalla decorrenza della polizza. Ipotizzando che il 1° luglio parta la Rca, potete ripensarci entro il 15 luglio. Un po’ come quando si compra un oggetto, e poi per un motivo o per l’altro ci si pente: se è previsto dal contratto, potete ripensarci e farvi rimborsare per intero. C’è però un punto fondamentale, per quanto riguarda i contratti Rc auto: il diritto al ripensamento vale soltanto se in tale periodo non siete stati coinvolti in sinistri.

RISOLUZIONE – È possibile risolvere il contratto in caso di vendita, consegna in conto vendita, furto o rapina, demolizione o esportazione definitiva dell’auto. In questi casi, si è tenuti a dare tempestiva comunicazione alla compagnia. In caso di risoluzione, avete diritto al rimborso del premio per il periodo residuo. Il rimborso non comprende però le quote relative alle imposte e al contributo al Servizio Sanitario Nazionale.

MEGLIO UNIFICARE – L’ideale sarebbe che tutte le compagnie creassero contratti Rc auto identici, incluse le clausole di sospensione, ripensamento e risoluzione. Un mercato con Rca omogenee consente paragoni e risparmi più semplici. Al contrario, se si confondono le idee agli automobilisti, effettuare confronti tariffari diviene difficile.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × 3 =