Contrassegno elettronico: polizze auto meno care

L'osservatorio di due noti preventivatori prevede che le compagnie assicurative risparmieranno, grazie all'entrata in vigore del tagliando digitale, circa 100 milioni ogni anno. Questo potrebbe generare un'ulteriore riduzione dei prezzi delle assicurazioni auto, da alcuni mesi già in calo in tutto il Paese.

contrassegno elettronico
Dal prossimo 18 ottobre entrerà in vigore il contrassegno elettronico RC Auto.

Domenica prossima, 18 ottobre, entrerà in vigore il cosiddetto contrassegno elettronico per la RC Auto. Una svolta epocale per gli automobilisti, che non dovranno più esporre il tagliando cartaceo sul parabrezza, ma anche per le stesse compagnie assicurative. Secondo uno studio dell’Osservatorio RC Auto di Facile.it e Assicurazioni.it, due noti preventivatori, il contrassegno elettronico farà risparmiare annualmente alle aziende assicuratrici circa 100 milioni di euro in costi operativi. Questo genererà anche un abbassamento dei prezzi delle assicurazioni auto?

ADDIO TAGLIANDO E LA RC AUTO SI RIDUCE? – L’Osservatorio evidenzia, nella sua relazione, che il costo medio della RC Auto sta diminuendo in tutta Italia e, per giunta, in maniera sensibile. I risparmi per le compagnie generati dall’attivazione del contrassegno elettronico, inoltre, potrebbero portare a un ulteriore abbassamento dell’entità del premio. Ogni assicurazione, non dovendo più stampare su carta filigranata e spedire il tagliando, vedrà ridursi i costi operativi di 2 o 3 euro a polizza. Possibile immaginare per il futuro assicurazioni auto lievemente meno care grazie al contrassegno elettronico? Difficile a dirsi, ma intanto l’entità media di una RC Auto si sta riducendo sempre di più nel nostro Paese.

contrassegno elettronico
Tabella riassuntiva dell’entità media dei premi RC Auto nel nostro Paese, redatta dall’Osservatorio di Facile.it.

COSTO MEDIO DELLE POLIZE AUTO IN PICCHIATA – Secondo le indicazioni fornire dall’Osservatorio, a settembre 2015 il costo medio di una polizza auto è stato pari a 511,44 euro: l’11,18% in meno rispetto a sei mesi fa e, addirittura, il 20,55% in meno rispetto allo stesso mese del 2014. La regione dove si è assistito alla riduzione più elevata del costo di un’assicurazione auto è stata la Campania (-39%), sebbene in questo territorio l’entità media del premio, ossia 801,72 euro, resti la più alta del Paese. Poco incisivo, al contrario, il calo dei prezzi in Molise (-8,47% e un premio medio di 480,11 euro), Basilicata (-13,34% e un premio medio pari a 472,67 euro) e Abruzzo (-13,56% e 489,03 euro pagati in media per ciascuna polizza). Sono tre regioni a statuto speciale, infine, quelle dove attualmente assicurare la propria vettura è più conveniente: la Valle d’Aosta (dove si è registrato un calo annuo dei prezzi pari al 20,62%) con premio medio di 333,67 euro, il Friuli Venezia Giulia (-23,04%) con premio pari a 352,76 euro e il Trentino Alto Adige (-21,47%) con un premio pari a 362,96 euro.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro + 11 =