Milano, Torino e Roma lo hanno disposto negli ultimi giorni. Il blocco traffico, perché viene fatto, divieti attivi e sanzioni previste per violazione.

COSA STABILISCE IL CODICE

Costantemente sotto osservazione il livello di polveri sottili nell’aria. Misure prossime a essere replicate se i risultati saranno insoddisfacenti, magari con regole più severe. Direttive divergenti da città a città, stessa multa. Stabilita dall’articolo 13 bis del Codice della Strada. Sanzione che va da 163 a 658 euro. Chi viene ancora riscoperto dopo aver violato ha violato il blocco negli ultimi due anni rischia la sospensione della patente da 15 a 30 giorni.

NAPOLI

Blocco traffico attivo a Napoli. Ecco il comunicato del Comune: “Considerato che il 29 novembre 2016 l’Arpac ha pubblicato sul proprio sito istituzionale il bollettino della qualità dell’aria dal quale è emerso che in data 25 novembre 2016 è stato superato per la centralina di rilevamento NA09 via Argine il limite giornaliero di PM10 per la 35° volta nell’anno 2016; che pertanto ricorrono le condizioni di cui al punto 2 della deliberazione n. 292 del 5 maggio 2015 e conseguentemente occorre disporre fino al 31 dicembre 2016 il divieto di accesso e circolazione dei veicoli privati destinati a trasporto di persone e merci sull’intero territorio cittadino per le giornate di lunedì, martedì, mercoledì e venerdì nelle fasce orarie 9,00-12,30 e 14,30-16,30.

DEROGHE

“I blocchi alla circolazione, in ottemperanza alla delibera di Giunta n. 292 del 5 maggio 2015, resteranno in vigore fino al 31 marzo 2017 – prosegue la nota -. In deroga al divieto potranno circolare le auto alimentate a GPL o metano, i veicoli elettrici, gli autoveicoli euro 4 e successivi, oltre che particolari categorie di veicoli o condotte da particolari categorie di guidatori. Tutte le deroghe sono consultabili nella disposizione dirigenziale disponibile nella pagina. Resta confermato, per tutto l’anno, il divieto di circolazione per le auto ante direttiva 91/441 (euro 0) dalle ore 8.30 alle ore 18.30 di lunedì, mercoledì e venerdì su tutto il territorio cittadino. Le limitazioni valgono ad eccezione della rete autostradale cittadina nei  ratti ricadenti nel territorio del comune di Napoli: Tangenziale di Napoli; raccordo Al Napoli-Roma e A3 Napoli-Salerno; strada regionale ex SS n. 162 – raccordo viale Fulco di Calabria, e ad eccezione delle giornate festive e prefestive”.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 1]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tredici + 6 =