Bergamo multe pagabili online: come, dove, quando e perché

Il capoluogo lombardo compie un ulteriore passo tecnologico

Le multe rappresentano sempre una cattiva notizia, ma almeno Bergamo prova a rendere più veloce la pratica con la possibilità di pagare direttamente sul sito del Comune le sanzioni rilevate.

DUPLICE FUNZIONE – Accertata la violazione al Codice della Strada, le contravvenzioni notificate tramite il verbale risulteranno pagabili anche tramite carta di credito, nella sezione “servizi online” del portale gestito dal Comune di Bergamo. In aggiunta sarà consentito controllare la propria situazione pregressa.

DATI COMPLETI – Un procedimento piuttosto veloce e intuitivo, richiedente il numero protocollo verbale, targa veicolo e data sanzione così che sia possibile accedere a una schermata dove controllare tutte le informazioni inerenti, compresa la foto della targa scattata durante l’illecito da una ZTL provvista di occhio elettronico e l’eventuale ricevuta di ricezione verbale.

LAVORO INCOMPLETO – Certamente soddisfatto l’Assessore all’innovazione Giacomo Angeloni: “Si tratta di un primo passo verso uno snellimento sostanziale del pagamento delle sanzioni: in questa prima fase, a partire da metà febbraio, sarà possibile pagare direttamente sul sito del Comune i verbali notificati a casa via posta, ma lavoreremo nel corso del 2016 anche per poter garantire il pagamento delle sanzioni che vengono lasciate sul parabrezza delle auto che contravvengono alle norme del codice della strada.

TARGET PRECISO – La Polizia Locale ha da tempo avviato la procedura per rendere il servizio online privo di refusi o invio comunicazioni errate. Pronto intanto a prendere parola l’Assessore alla sicurezza e vicesindaco Sergio Gandi: “Per quello che riguarda i dati sulle sanzioni posso confermare che il numero di multe 2015 è assolutamente in linea con quelli degli anni precedenti (nei quali le sanzioni comminate oscillavano tra le 120 e le 150mila l’anno – al 31 ottobre il dato parlava di 116mila multe comminate contro le 122.592 del 2014). Il servizio online si rivolge a una fetta considerevole di sanzioni, soprattutto quelle per violazione delle Zone Traffico Limitato, che vengono infatti notificate esclusivamente a casa, non solo sul territorio italiano, ma anche all’estero”.
.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 + 17 =