Auto estera: come chiedere il risarcimento in caso di incidente

In Italia e Paesi aderenti alla Carta Verde

Lo dice la parola stessa: gli imprevisti sono imprevedibili. Se avete in programma un viaggio, e la vosta auto riporta targa estera, potreste però trovare utile sapere cosa dice la legge sugli incidenti.

Italia

Pensiamo anzitutto al nostro Paese. Se viene provocato un sinistro da veicolo estero richiedete il risarcimento all’UCI (Ufficio Centrale Italiano). Spedite una lettera a Corso Sempione, 39 – 20145 Milano. O, in alternativa, tramite PEC all’indirizzo: uci@pec.ucimi.it. L’UCI vi comunicherà il nominativo della compagnia incaricata di liquidare il danno.

Spazio Economico Europeo…

Se l’incidente viene provocato all’estero (in uno dei Paesi del Sistema Carta Verde) da un veicolo con targa estera, assicurato in uno degli Stati dello Spazio Economico Europeo, fate richiesta di risarcimento al mandatario nominato in Italia dall’impresa di assicurazione estera che assicura il veicolo responsabile del sinistro. Per conoscere nome e indirizzo del mandatario, contattate Consap – Centro di Informazione Italiano – Via Yser, 14 – 00198 Roma.

Situazione più ingarbugliata

Terzo caso: l’incidente è avvenuto in uno dei Paesi aderenti al sistema della Carta Verde, provocato da un veicolo immatricolato in uno dei Paesi del Sistema Carta Verde, ma non rientrante nello Spazio Economico Europeo. Mettetevi in contatto con l’impresa estera di assicurazione del responsabile del sinistro. Richiedete il risarcimento al Bureau nazionale dello Stato di accadimento del sinistro solo se il veicolo che ha provocato il danno è immatricolato in uno Stato diverso rispetto a quello dell’accadimento.

Carta Verde

Carta Verde, ne avete sentito parlare fin qui ma non sapete di che si tratta. Certificato internazionale di assicurazione, permette a un veicolo di entrare e circolare in un Paese estero essendo in regola con l’obbligo dell’assicurazione Rca obbligatoria nel Paese visitato. È autorizzato al rilascio l’Ufficio nazionale di assicurazione (Bureaux) del Paese d’immatricolazione del veicolo. Se non ne siete in possesso, dovete acquistare un’apposita polizza temporanea alla frontiera del Paese che intendete visitare.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 − 3 =