Car sharing Roma: quanto costa, dove trovo le auto, tempi e modi di noleggio

Come funziona e le proposte più convenienti su piazza

Nonostante la guida dell’automobile costituisca uno dei principali piaceri per l’uomo, sarebbe da sprovveduti non considerare realtà crescenti quali il traffico cittadino e l’inquinamento. Meglio pertanto affidarsi a proposte quali il car sharing, un valido alleato di chi intende abbinare alle esigenze della vita moderna l’opportuna salvaguardia del pianeta.

SOLUZIONE CLASSICA – Questo servizio permette sostanzialmente, dietro apposita prenotazione, di prelevare una vettura, da riportare poi al rispettivo parcheggio e pagare a seconda del relativo utilizzo. Questa ‘scappatoia’ rende pertanto percorribile la rinuncia al mezzo proprio, senza compromettere alcuna esigenza di flessibilità. L’offerta, di natura commerciale, è presente a Roma in varie forme. Il più tradizionale, in carico ai Servizi mobilità cittadini, prevede l’affitto della vettura dalla durata di 24 ore al prezzo di un euro all’ora, maggiorato di 34 centesimi al chilometro percorso, o, in alternativa, il versamento del forfait pari a circa 40 euro giornalieri purché si rimanga entro un raggio di 50 chilometri.

CAMBIANO LE REGOLE – Più curiosa è la recente proposta a ‘flusso libero’, dove l’utente, una volta registratosi, non ha alcun vincolo, sia per quanto riguarda dove prendere la macchina che dove restituirla. Semplicità garantita a sua volta dall’apposita applicazione, pronta a segnalare il veicolo più vicino usufruibile immediatamente, parcheggiabile dovunque e senza obbligo di rilascio. In certe situazioni, purché si paghi un supplemento, lo si può tenere prenotato, così da averlo a disposizione al ritorno.

SCELTE AFFIDABILI – Una compagnia celebre nel settore è Car2go, fornita di Smart, ritirabile a circa 29 centesimi al minuto (+29 cent/km superati i primi 50 km), 14,9 euro all’ora (comprensivi di 50 km) o 59 euro al giorno. Enjoy risponde tramite la concedesione della Fiat 500 a 29 cent/min (+25 cent/km dopo i primi 50 km) oppure 60 euro per 24 ore consecutive, mentre Bee, pagato un abbonamento annuale (30 euro) o mensile (oltre alla tariffazione oraria), garantisce ai cittadini le affascinanti city car elettriche Renault.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 8 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 + 1 =