Condividere l’auto diventa quasi un’ovvietà ai giorni nostri. Innanzitutto lo richiede l’ambiente, troppo spesso messo in secondo piano dalle decisioni di prepotenti capitalisti, e poi le risorse economiche delle persone sono inevitabilmente ridotte, data una crisi ancora esistente. Sintetizziamo le caratteristiche peculiari di car sharing e ride sharing, simboli della nuova era che avanza.

CAR SHARING – Il car sharing consiste in un noleggio dove, in Italia almeno, una società mette a disposizione un certo numero di macchine, prenotabili dai privati tramite internet o smartphone, prenderla a nolo in un qualsiasi punto della città, utilizzarla e lasciarla dove si preferisce. Il tanto proclamatopay per use vuole dir proprio spendere in base a quanto tempo viene impiegato il veicolo. La convenienza o meno varia appunto in base all’effettivo minutaggio. Se contenuto meglio evitare il servizio, discorso ribaltato  nel caso il mezzo venga utilizzato diverse ore o addirittura lungo l’intera giornata. A ogni modo, per accertarne l’effettiva convenienza, occorre tener conto delle conseguenze scaturenti il mancato acquisto della vettura, incluse voci pesanti di costo quali manutenzione, assicurazione e bollo. Proposto all’estero il car sharing da privato a privato.

RIDE SHARING – Due le tipologie di ride sharing. Nel primo caso ci troviamo dinnanzi al tipico servizio commerciale “on demand” come quello dei taxi. Durante la prenotazione la geolocalizzazione consiste nel fattore cardine, così che il raggio d’azione risulti limitato e ci sia effettivo risparmio. Fatto tutto in zona, a beneficio di rapidità e comodità. La seconda variante è detta car pooling cioè l’uso condiviso di auto private tra due o più persone che percorrono uno stesso itinerario, senza finalità di lucro. Collegati a specifiche piattaforme web in cui mettersi d’accordo, il viaggio può essere identico per chiunque o meno e comunque nessun privato ci guadagna. Il proprietario mette piuttosto a disposizione la vettura a fronte di una condivisione delle spese.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

otto − 5 =