Più andiamo avanti e più il car sharing sta prendendo piede pure in Italia. Le regole a cui prestare maggiore attenzione.

SOSTA

Il car sharing consente di sostare gratuitamente sulle strisce blu (quelle a pagamento) e sulle strisce gialle (quelle riservate ai residenti). Se invece lo fate su aree vietate, la società vi girerà la multa inviatale dal Comune pari, minimo, a 60 euro. Al di là di qualche eccezione nelle altre normali Ztl l’accesso è vietato: un centinaio di euro di sanzione. Possibile un sovrapprezzo laddove al termine del noleggio lasciaste l’auto in periferia, anziché in centro.

FUORI AREA E DANNI

Fuori dall’area di copertura della città dove è iniziato il noleggio, il gestore potrà addebitarvi una certa somma (può essere sui 50 euro) al superamento dei primi 25 chilometri percorsi dal limite esterno dell’area stessa. I successivi ogni 50 chilometri in allontanamento dall’area fino a un massimo di un tot (può essere sui 300 euro). Controllate se potete viaggiare ovunque: fuori città, al Sud Italia, all’estero. A vostro carico i danni causati al veicolo da dolo o colpa grave. Lo stesso per quelli non comunicati a fine noleggio secondo le modalità previste dal contratto. Fatta salva la facoltà di dimostrare che il danno è dipeso da cause a voi non imputabili.

DATI PERSONALI E FRANCHIGIA

Dovrete mantenere sempre aggiornati i propri dati personali inseriti nel portale Internet, in particolare l’indirizzo dell’abitazione, l’indirizzo e-mail, il numero di cellulare, le informazioni della carta di credito e/o ogni altra informazione che sia rilevante per il pagamento. Qualora non aggiornati, il gestore ha facoltà di bloccare temporaneamente il conto e il suo accesso ai servizi. Se durante l’utilizzo da parte del veicolo, questo viene danneggiato, o se un qualunque danno ovvero una perdita/furto dell’auto si verifica per colpa o dolo, ne rispondete nel limite di una franchigia (può essere sui 500 euro). Vi verranno addebitati a tale titolo 100 euro, laddove siate responsabili dell’incidente causando danni a terzi. Resta ferma ogni eventuale ulteriore responsabilità che ecceda il limite della franchigia.

MODIFICHE AL CONTRATTO

Il gestore potrà in qualsiasi momento aggiornare, integrare o modificare per giustificato motivo le disposizioni del contratto a mezzo di pubblicazione sul sito e mediante comunicazione diretta al cliente all’indirizzo e-mail comunicato. Suo diritto negare l’adesione al servizio sulla base di sua insindacabile valutazione sulla solvibilità del potenziale cliente. E può chiudere il contratto se il cliente si comporta in modo, a suo dire, scorretto.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × 2 =