Car sharing, in Francia si sperimenta l’elettrico

A Grenoble un progetto in collaborazione con Toyota che metterà a disposizione 70 veicoli elettrici

Toyota Car Sharing Grenoble
Toyota Car Sharing Grenoble

La città francese di Grenoble potrebbe svelare il futuro del car sharing in forma elettrica. Da una collaborazione tra il comune di Grenoble, la società eletrica francese e Toyota, la città potrà usufruire di 70 auto elettriche per il servizio di mobilità sostenibile. Il progetto sfrutterebbe finalmente fino in fondo i dettami del car sharing, unendo la possibilità di muoversi in città liberamente con l’aiuto all’ambiente, utilizzando un’auto ad emissioni zero di anidride carbonica.

Come funziona

Il progetto studiato da CiteLib guarda da vicino la tutela dell’ambiente e tende all’implementazione del servizio a fianco del servizio di trasporto pubblico locale. L’idea non è quella di ridurre l’utilizzo delle auto, bensì si vorrebbe spingere i cittadini ad utilizzare i mezzi di trasporto pubblici e poi, e solo poi, usare l’auto elettrica per compiere il tragitto dall’ultimo bus alla destinazione finale. Le 70 auto, 35 Toyota i-Road e 35 Coms, saranno disponibili in uno dei 27 parcheggi messi a disposizione dal comune a fianco delle fermate di tram e autobus. L’unico vincolo all’utilizzo è la necessità di lasciare l’auto attaccata alla presa di corrente una volta terminato l’utilizzo. Questo significa che l’auto potrà essere lasciata soltanto nei parcheggi prestabiliti e per evitare che il successivo utente possa trovarla scarica. Un altro modo per cercare di incentivare l’uso dell’auto solo in casi di estrema necessità.

Quanto costa

Gli i-Road messi a disposizione da Toyota sono una via di mezzo tra uno scooter e una minicar, hanno tre ruote e possono trasportare due persone. I Coms sono invece minicar simili a quelle sui campi da golf e possono raggiungere la velocità massima di 45 chilometri orari. La Casa giapponese ha annunciato di aver mappato i veicoli sul sito dell’azienda che gestisce il trasporto pubblico di Grenoble, di modo tale da poter controllare la disponibilità dei mezzi sul sito e prenotarli in base all’orario di arrivo del bus più vicino. Il costo? Tre euro per il primo quarto d’ora, due euro per i successivi quindici minuti e un euro dopo la mezz’ora. Un’inezia rispetto ai 4,35 euro chiesti da Car2go.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]