car sharing

Il car sharing è un servizio sempre più diffuso non solo nelle grandi città da parte degli utenti che vogliono ridurre le spese di gestione dell’auto. Conosciamo meglio un’app utile per chi ama spostarsi attraverso questa modalità.

SCEGLIE COSA TI SERVE GRAZIE A UNA APP – Il car sharing, ovvero il servizio che consente di utilizzare un’automobile su prenotazione, prelevandola e riportandola in un parcheggio e pagando in ragione dell’utilizzo fattom ha diversi vantaggi per l’utente ed è per questo che sono sempre di più gli operatori che offrono una proposta all’avanguardia e conveniente. Ora scegliere il mezzo più adatto è più semplice e può essere fatto attraverso il ricorso a una app. E’ nata infatti Urbi, un’applicazione gratuita che aggrega tutti i principali sistemi di mobilità urbana e condivisa, quello che attualmente conosciamo come car sharing, con l’obiettivo di semplificare la fruizione dell’offerta, consigliando il servizio più adatto in base al percorso da compiere e indicando costi, tempi di percorrenza e distanze dai veicoli presenti nei dintorni, anche in considerazione del traffico sul tragitto selezionato.

COME NASCE URBI – Tutta la mobilità urbana sarà a disposizione dell’utente con un semplice clic in un modo sempre più innovativo. Il servizio nasce grazie alla partnership tra Urbi, applicazione che aggrega tutti i principali sistemi di urban&sharing mobiliy, e Moovit, l’app per il trasporto locale attiva in 800 città di 60 Paesi. E’ possibile accedere alla app su smartphone, tablet ed Apple Watch, e scaricabile da App Store e Google Play. L’app è presente in 11 città italiane, tra cui Roma, Milano, Torino e Firenze, e sette in Germania, oltre a Copenhagen, Amsterdam, Stoccolma, Madrid e Vienna, con l’obiettivo di arrivare a coprire a livello globale tutte le città in cui siano attivi sistemi maturi di urban mobility. Il progetto trae origine da un’idea di Emiliano Saurin e Serena Schimd, due esperti informatici che hanno realizzato l’applicazione partendo proprio dall’esperienza personale come utenti che intendono muoversi meglio in città senza dover necessariamente acquistare un mezzo di trasporto.

GLI OBIETTIVI DI URBI – Lo scopo di Urbi, parte di Lastminute.com Group, è proprio quello di rendere più semplice l’utilizzo della sharing mobility in città, permettendo agli utenti di avere in un’unica schermata una panoramica di tutti i mezzi in condivisione disponibili in città per scegliere l’alternativa più comoda, più vicina o più economica secondo le proprie esigenze. Moovit è tradotta in 40 lingue ed è è diffusa nel mondo tra 35 milioni di utilizzatori in 800 città di 60 Paesi, e in Italia tra 2,5 milioni di utenti in oltre 50 città.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tredici + sette =