Uber: bloccata in Germania l’applicazione che fa discutere il mondo delle auto

Accolta dal tribunale di Francoforte l'istanza di 4 tassisti. Per il territorio tedesco l'app non ha i permessi necessari

Uber
Uber

“Uber o non Uber, questo è il problema”. Continua la querelle riguardo l’applicazione più diffusa e discussa del momento: Uber. In Germania è stata ritenuta fuorilegge perché l’azienda pare non avere i permessi necessari previsti dalla legge tedesca.

Uber: cos’è

Quest’applicazione, presente in 45 Paesi, nasce da una società californiana che consente il noleggio di una vettura con driver. Non solo. Nel servizio c’è anche la possibilità di concordare la tariffa prima di iniziare la tratta da percorrere. Ed è stato proprio questo punto a far arrabbiare, e non poco, i tassisti di tutto il mondo. Il costo del percorso, infatti, è spesso molto bassa, più di quella dei normali taxi. Uber è stata infatti spesso accusata di concorrenza sleale ai tassisti che hanno una regolare licenza.

Il caso tedesco

A Francoforte quattro tassisti hanno intrapreso un’azione legale contro la società made in California facendo leva sul fatto che l’applicazione non avesse i giusti requisiti in materia di assicurazione e sicurezza. Secondo la legge tedesca, infatti, le autorità locali devono necessariamente rilasciare un’apposita licenza commerciale ad ogni taxi che consenta loro di lavorare.

La risposta di Uber non si è fatta attendere. La società non vuole mollare il mercato in Germania, anzi, si dice pronta a proseguire il suo business in una terra in cui la nuova app sembra avere davvero molto successo.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]