Arrica sul mercato la nuova Opel Insignia, la celebre berlina della casa automobilistica tedesca. L’auto è ora più leggera, ma allo stesso tempo più dinamica.

Nuova Opel Insignia: cosa cambia rispetto al modello precedente

La nuova Opel Insignia continua a essere particolarmente elegante, ma l’assetto della vettura è notevolmente migliorato. Il peso è infatti inferiore di 175 kg, caratteristica che accresce la maneggevolezza e le prestazioni. Anche l’altezza è diminuita di 29 millimetri, mentre la carreggiata è aumentata di 11 millimetri. L’ideale per diminuire il più possibile gli sbalzi. Il passo è invece cresciuto di 92 millimetri per avere una maggiore stabilità alle alte velocità.

Il telaio FlexRide della berlina, ulteriormente sviluppato, adatta ammortizzatori, sterzo e propulsione automaticamente o attraverso le modalità ‘Standard’, ‘Sport’ e ‘Tour’, selezionabili a piacere.

Nuova Opel Insignia: la prova su strada

La casa automobilistica tedesca ha verificato l’affidabilità della vettura presso la la leggendaria Nordschleife del Nürburgring. Un circuito impegnativo per la presenza di fondi stradali diversi e per l’alternarsi di rettilinei e curve.  Una tradizione per Opel.

La risposta è stata ovviamente positiva. La posizione di guida è infatti di tre centimetri più bassa rispetto al modello uscente e dà la sensazione di essere davvero parte del veicolo. La console centrale fornisce ulteriore sostegno, gli strumenti sono rivolti verso il guidatore e tutti i comandi sono a portata di mano. Si tratta di una posizione simile a quella di una vettura turismo, ideale per una guida dinamica, non solo sul Nürburgring.

Se si vuole provare il dinamismo di questa Opel l’ideale è selezionare la modalità ‘Sport’ del telaio FlexRide.Gli  ammortizzatori diventano più rigidi, lo sterzo e la risposta dell’acceleratore più diretti.

Le modalità di guida

A seconda delle caratteristiche della strada ogni automobilista ha la possibilità di scegliere tra tre diverse modalità di guida. Ecco quali sono:

  • ‘Standard’: seleziona automaticamente la migliore impostazione sulla base delle informazioni raccolte dai sensori del veicolo.
  •  ‘Tour’: una configurazione comoda del telaio, le impostazioni del motore tendono a contenere i consumi. E’ la modalità giusta per affrontare una guida rilassante sulle lunghe distanze.
  • ‘Sport’: la vettura ‘affonda’ meno in frenata, il telaio si inclina molto meno in curva a velocità elevate e lo sterzo comunica in modo molto più diretto le condizioni della strada.

Chi guida può inoltre memorizzare le preferenze personali delle caratteristiche dello sterzo, della risposta dell’acceleratore e degli ammortizzatori grazie al tasto ‘Sport’. Il software dell’auto, chiamato “Drive Mode Control”, è in grado di analizzare continuamente le informazioni fornite dai sensori. Questo lo rende in grado di riconoscere le stile di guida personale.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due + 8 =