Ogni automobile ha una storia da raccontare degna delle migliori produzioni hollywoodiane. Proprio assieme al cinema vanta particolare feeling, alimentato da una lunga tradizione intrisa di strepitose pellicole. Proviamo a raccogliere alcuni fra i modelli che, inseriti in film e serie tv, vengono ricordati sino ai giorni nostri.

TRA FANTASCIENZA E REALTA’ – Pronta a rientrare in commercio la mitica DeLorean, avveniristico prototipo utilizzato dall’inossidabile duo Marty McFly-Emmett Brown in “Ritorno al Futuro” per viaggiare nel tempo. Una trilogia che ha segnato così fortemente diverse generazioni che una piccola produzione, 300 esemplari in totale, riprenderà il prossimo anno. Scelta persino come protagonista da Walt Disney la Volkswagen Beetle (1962)  in “Un maggiolino tutto matto”.

ECCO LA FERRARI – Indimenticabile a sua volta la Ferrari 308, utilizzata in “Magnum P.I.”, popolare telefilm anni ’80 dove il protagonista Tom Selleck guida tre modelli, rigorosamente colore rosso, dei quali si conoscono anche i numeri di telaio: una 308 GTS del 1979 (29109), una 308 GTSi del 1981 (34567) e una 308 GTS Quattrovalvole del 1984 (57685). Sempre rossa la Ford Gran Torino, annata 1975, sulla quale sfrecciano invece Stursky e Hutch per le strade della California alla ricerca dei criminali, resa celebre inoltre dalle strisce bianche saettate su entrambi i lati.

EFFETTO VINTAGE – Apprezzatissima la McLaren M6GT Custom vista in “Hardcastle & McCormick”, pur non messa mai in mercato. Ritirata invece la Ford Thunderbird, utilizzata in “Thelma & Louise” nella versione convertible azzurra 1966, ribattezzata per fascino e stile Jet Bird. Suo il record come auto sportiva con più esemplari realizzati, portati a oltre 4 milioni. Secondo solo a Star Wars come incassi al botteghino 1977, “Il bandito e la madama” vede Burt Reynolds guidare la Pontiac Trans Am, decorato col tipico uccello di fuoco sul cofano motore che da quel momento in poi contraddistingue tutta la linea.

A RICORDARLE PURE “FAST AND FURIOUS” – La pellicola di George Lucas “American Graffiti”, ritenuta fra le opere magne nella cinematografia americana, include la Ford Coupé 1932, vettura icona come la Dodge Charger 1969, pronta a fare scuola nella serie “Hazzard” e tornata, versione 1970, in “Fast and Furious”. Immortale pure la Mustang GT 390 (1968) guidata in “Bullitt” da Steve McQueen, mentre un altro divo del calibro di Sean Connery presenzia assieme alla Aston Martin DB5 Vantage (1964) in “Agente 007 – Missione Goldfinger”.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciotto − 13 =