Consumi ed emissioni: ridotti grazie ai dispositivi di assistenza alla guida

Le moderne strumentazioni sono amiche dell'ambiente

La tecnologia non solo migliora il comfort delle auto, ma contrasta efficacemente il problema dell’inquinamento, con le emissioni medie di CO2 e NOX ridotte rispettivamente del 4,4% e del 4,1%. A stabilirlo l’Università di Leeds.

L’INDAGINE – I risultati sono stati resi pubblici dall’Osservatorio Autopromotec, la struttura di ricerca della più rinomata rassegna espositiva internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico. Un intenso lavoro, realizzato pure col contributo di aziende come BMW, Daimler, Fiat, TomTomTelematics e Ifsttar, tutte produttrici di tecnologie ADAS (Advanced Driver Assistance Systems). Lo studio, effettuato in 7 Paesi europei (Germania, Francia, Regno Unito, Italia, Spagna, Svezia, Olanda), ha preso come riferimento un eterogeneo campione rappresentativo, composto da veicoli commerciali leggeri, camion e autobus con differente tipo di alimentazione. I dati ottenuti hanno inoltre rivelato che i ridotti consumi ed emissioni si possono ottenere mediante i dispositivi ADAS in rapporto alla tipologia di strada: -2,6% in città, -5,8% nelle aree suburbane o rurali e -2,2% in autostrada.

MOLTEPLICI VANTAGGI – I test dimostrano dunque che i dispositivi di assistenza alla guida, oltre a informare adeguatamente il conducente del veicolo e prevenire gli incidenti stradali, sono decisamente utili per abbassare l’inquinamento. I sensori di parcheggio sono solo un esempio che fa capire quanto, alla maggior sicurezza e comfort in auto, vengono implementate soluzioni efficaci in breve tempo. Tradotto: meno errori, costi inferiori soprattutto in termini di carburante e, come conseguenza ulteriore, ridotte emissioni di sostanze nocive. Tante sono le soluzioni tecnologiche avanzate nell’industria dei motori, come ribadito dall’Osservatorio Autopromotec, destinate a rendere i moderni mezzi sicuri, efficienti e sostenibili. Il proposito di riscontrare valide performance e un maggiore rispetto del mondo che ci circonda, così poco spesso fatto negli anni passati, sembra finalmente realizzabile.

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

venti + 10 =