Automobilisti italiani: le preoccupazioni maggiori secondo gli ultimi sondaggi

In primis la decurtazione di punti, seguono a ruota i danni procurati a veicoli altrui

Guidare una vettura dispensa splendide sensazioni, purchè non subentri eccessiva paura. Delineate da una recente ricerca le preoccupazioni maggiori degli automobilisti italiani.

SVETTANO PUNTI SOTTRATTI E DANNI

Promossa dalla compagnia assicurativa online Quixa e condotta dall’istituto di ricerca MPS Evolving Marketing Research”Stetoscopio – Il sentire degli assicurati italiani”, un’indagine a riguardo. Timore condiviso dalla maggior parte degli intervistati quello di vedersi sospendere o decurtare la patente di qualche punto, come dichiara il 66% del campione.  L’ipotesi di danneggiare i veicoli altrui spaventa il 65% delle persone, con picchi tra gli uomini (71%) e gli under 24 (74%). Sua conseguenza un rincaro fortissimo della polizza Rc auto all’annualità successiva, per un peggioramento della classe di merito.

GLI ALTRI TIMORI

Il 50% del campione è preoccupato di rimanere in panne, mentre il 44% degli automobilisti teme danni alla propria auto. Un italiano su tre ha paura di non avere a disposizione l’auto per un periodo (33%) o di dover pagare una multa (32%). La classifica prosegue con gli automobilisti spaventati dalla possibilità di forare uno pneumatico (28%): tra le donne la percentuale sale al 34%. Il 27% è preoccupato di smarrire le chiavi e il 21% di perdere tempo per contrattempi legati all’auto. L’8%, infine, ha il terrore di dover dare spiegazioni in famiglia a seguito di un incidente o una contravvenzione, una percentuale che però cresce al 29% nella fascia 18-24 anni.

RINUNCIA ALLA TUTELA

Diversi guidatori scelgono tuttavia non tutelarsi contro i possibili imprevisti: più di un quarto degli intervistati ha dichiarato di aver sottoscritto solo la Rca obbligatoria (27%). Perché non vuole farsi carico di altri esborsi (per il 67% degli intervistati), o perché possiede veicoli di scarso valore economico (37%). Su quattro persone che hanno deciso di garantirsi anche contro altri rischi tre hanno dichiarato di essersi assicurati soprattutto per furto e incendio, infortuni del conducente e soccorso stradale in Italia. Seguono la tutela legale, i danni da eventi naturali o fenomeni atmosferici e la rottura dei cristalli.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattordici + uno =