Auto più sicura Euro NCAP: storia, sicurezza, punteggi

Quest'anno è il 20° anniversario di Euro NCAP

Il 2017 è un anno importante per Euro NCAP, perché celebra il suo 20° anniversario. Dal lancio dei primi crash test per la sicurezza nel 1997 ad oggi, si sono salvate oltre 78.000 vite. E non solo. Il sistema di valutazione definisce l’auto più sicura Euro NCAP di ogni anno, che è uno status molto ambito tra le case automobilistiche. Scopriamo in dettaglio come lavora questo Ente.

Auto più sicura Euro NCAP, le origini

Il programma Euro NCAP ha introdotto per la prima volta in Europa dei test realistici condotti da esperti indipendenti. Nel primo turno di prove condotte su sette popolari vetture “supermini”, la Ford Fiesta e la Polo Volkswagen ottennero tre stelle su un massimo di quattro, per il livello di protezione offerto agli occupanti adulti. Quando si passò alla valutazione della protezione pedoni, neanche un veicolo raggiunse più di due punti. I principali produttori Automotive si ribellarono all’esecuzione dei test. Cinque mesi più tardi, tuttavia, la Volvo S40 si aggiudicò 4 stelle per la protezione dei passeggeri.

Sensibili miglioramenti

I primi test pubblicati nel 1997 quindi evidenziarono alcune carenze nella sicurezza delle più popolari vetture familiari, inducendo i costruttori a ripensare il design delle vetture al fine di prevenire incidenti. A distanza di 20 anni, 9 vetture su 10 in vendita sul mercato europeo hanno una valutazione Euro NCAP in stelle. Oggi, i risultati dei crash test per due vetture familiari costruite a 20 anni di distanza evidenziano gli straordinari miglioramenti apportati al fattore sicurezza. Tecnologie di sicurezza quali airbag guidatore e passeggero, airbag laterali, avvisatori acustici per l’allacciamento delle cinture di sicurezza e sistema ESC, sono finalmente di serie su tutte le vetture vendute in Europa.

La situazione oggi

I test Euro NCAP sono diventati sempre più sofisticati e attualmente il punteggio massimo ottenibile da una vettura è di cinque stelle, assegnate guardando non solo alla protezione offerta agli occupanti e ai pedoni in caso di impatto, ma anche alla capacità della vettura di evitare in primo luogo una collisione. I costruttori che puntano alle cinque stelle devono dimostrare che le vetture sono equipaggiate con tecnologie di serie che evitano o mitigano incidenti di questo tipo e, che, qualora la collisione fosse inevitabile, offrono un’adeguata protezione agli occupanti e agli altri utenti della strada.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno + 11 =