Ferrari 335 Sport, foto Flickr
Ferrari 335 Sport, foto Flickr

Il bello, come risaputo, costa e chi desidera segnare il record come auto più costosa è la Ferrari 335 Sport.

QUOTAZIONE ASTRONOMICA – Molti media, anche internazionali, hanno voluto indagare sul presunto nuovo primato raggiunto dalla ‘Rossa’, esemplare unico carrozzato da Scaglietti nel 1957 e battuta da Artcurial a Parigi in concomitanza col Salon Rétromobile. Additato come il modello più caro tra quelli vendute nel corso di aste, ha raggiunto un prezzo finale di 32.075.200 euro, diritti compresi, e si colloca davanti a una lista composta di suggestivi nomi quali Ferrari 250 GTO Scaglietti 1962 (28,501), Ferrari 290 MM 1956 (25,616), Mercedes-Benz W196R 1954 (25,377) e Ferrari 275 GTB/4 S NART Spider 1967 (20,536).

CIMELIO RICCO DI TRADIZIONE – Cifre straordinarie che fanno capire quanto il campione, costruito ai tempi per vincere grandi competizioni, abbia nel corso degli anni accumulato uno status che va ben oltre le ‘semplici’ performance in pista, comunque eccellenti. Sebbene gli vada infatti attribuita la conquista del prestigioso Mondiale Costruttori nel 1957, a renderla immortale sono stati i piloti che l’hanno guidata. Fra chi ha avuto l’onore di manovrarla brillanti esponenti appartenenti alle gare motoristiche anni ’50 come Peter Collins, Maurice Trintignant, Wolfang von Trips, Mike Hawthorn, Luigi Musso e Stirling Moss.

IL ‘CAVALLINO’ DOMINA – Nomi che la rendono tanto affascinante e diretti a permetterle la leadership nella classifica in euro, dove ben 9 modelli risalenti al brand formano la top 10. Primato tuttavia non raggiunto se il prezzo viene considerato in dollari. La graduatoria viene infatti qui comandata dalla Ferrari GTO 1962, ceduta nell’agosto 2014 da Bonhams per 38,1 milioni, contro gli ‘appena’ 31,3 della 335 Sport Scaglietti dato il rapporto svantaggiato tra euro e dollaro. Gradino più basso del podio aggiudicato dalla Mercedes-Benz W196R 1954 (29,9), mentre inseguono le Ferrari 290 MM 1956 (28,05) e 275 GTB/4 S NART Spider, ceduta nell’ottobre 2013 a 27,5 milioni di dollari.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

6 − due =