Coppa d’oro, le grandi auto storiche in gara sulle Dolomiti

Competizione aperta a 180 vetture costruite tra il 1919 e il 1961

Coppa d'Oro delle Dolomiti
Coppa d'Oro delle Dolomiti

Automobili d’epoca in competizione su uno degli scenari più belli del mondo, quello dei passi dolomitici. E’ tutta racchiusa qui l’essenza della Coppa d’Oro delle Dolomiti in programma dal 17 al 20 luglio. Un’edizione che sarà contraddistinta dall’omaggio alla tradizione di una corsa storica che si svolse dal 1947 al 1956.

Le auto d’epoca in gara

La competizione è aperta a 180 vetture costruite fra il 1919 e il 1961. Per quelle costruite dal 1962 al 1965 sarà possibile chiedere una deroga: in base a meriti sportivi o di interesse storico, la giuria potrà ammettere fino a 30 auto, che gareggeranno in una classifica a parte, riservata appositamente per queste macchine.

Partenza da Cortina d’Ampezzo

Due le tappe previste, per un totale di 584 chilometri, durante le quali i piloti dovranno affrontare 14 passi dolomitici. Partenza prevista da Cortina d’Ampezzo per arrivare a Merano, dopo aver attraversato Belluno e Bolzano. La seconda tappa partirà da Merano per fare ritorno a Cortina, questa volta però passando da Corvara.

Presenti campioni dello sport

Per l’occasione saranno presenti alcuni grandi protagonisti dello sport del presente e del passato che torneranno in gara sulle Dolomiti per omaggiare la tradizione della corsa. E’ il caso, ad esempio, dell’ex pilota di Formula Uno Jarno Trulli o del pluricampione del moto mondiale Giacono Agostini. Non mancheranno anche alcuni fuoriclasse di altre discipline sportive, come Gianni Rivera e Nicola Pietrangeli, due assi rispettivamente di calcio e tennis.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]