Opel Mokka 2016 prova su strada: debolezze e punti di forza, recensione completa

Poderoso, ma "addomesticabile" lo Sport Utility Vehicle

I SUV compatti piacciono e pure molto ai moderni viaggiatori. Da una parte la maneggevolezza staziona sempre ai massimi livelli, sul fronte opposto invece è possibile percorrere liberamente le strade urbane e nemmeno i parcheggi danno particolari complicazioni. Tra i modelli più chiacchierati la Opel Mokka, che noi di AutoToday abbiamo messo al vaglio con la prova su strada.

ESTERNI – La linea conserva forme attraenti e proporzionate, con la calandra effigiata dal Fulmine, mentre dalla linea di cintura abbiamo una dinamica fiancata, estesa verso l’alto. Il posteriore mostra imponenti gruppi ottici, prolungati sui passaruota. In plastica nera protezioni e finiture.

INTERNI – Andare a spasso non è mai stato così comodo. Il merito è attribuibile alla corretta conformazione delle poltrone anteriori, con zona centrale in tessuto traspirante. L’ampia possibilità di regolazione dà modo di impostare l’abitacolo in base alle rispettive esigenze. Lo spazio è invece ideale per quattro persone, meno nel trasportare un quinto passeggero anche per il voluminoso tunnel lungo il pavimento. Molteplici i vani portaoggetti, i due cassetti presso la plancia e il comodo ripostiglio ricavato alla base della consolle, davanti alla leva del cambio, sono verosimilmente quelli che forniscono un contributo maggiore. Offrono positivo impatto gli inserti in finta pelle nei pannelli delle porte.

STRUMENTAZIONE – Il sistema d’infotainment 7” è agevole nella consultazione, malgrado vada acquisito un minimo di dimestichezza coi numerosi tasti presenti sulla consolle centrale, dediti a controllare climatizzatore, Bluetooth, radio e navigatore. Più in basso è possibile disattivare i sensori di parcheggio, lo Stop&Start e il limitatore di velocità in discesa.

PRESTAZIONI – Il bagagliaio dai 356 litri può giungere fino ai 1.372 se viene abbattuto il divano posteriore. Il propulsore 1.6 CDTI fa sognare gli appassionati del genere che vorrebbero maggiore potenza. 136 CV e 320 Nm sono dati assolutamente da apprezzare come i contrappesi sull’albero motore per smorzare le vibrazioni. Turbocompressore a geometria variabile, il volante è preciso e soltanto la corsa con cambio manuale a 6 rapporti, un po’ lunga, potrebbe essere sistemata.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 18 Media: 3.6]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette − undici =